Genius 2742 punti

Colonialismo - Africa e Asia

L'espansione in Africa
La Francia, che possedeva già l'Algeria, intedeva estendere il suo impero coloniale lungo l'asse ovest - est dell'Africa centro - settentrionale partendo dalla Tunisia occupata nel 1881. L'espansione dell'Inghilterra invece si spingeva lungo l'asse nord - sud partendo dall' Egitto occupato nel 1882.

La conferenza di Berlino
La Conferenza di Berlino (1884-85) sancì il principio dell' occupazione di fatto come criterio di possesso dei territori africani: ciò scatenò ancor di più la competizione coloniale, con il coinvolgimento della stessa Germani, ultima arrivata nella corsa alle colonie.

Boeri e inglesi
Nella zona del Sudafrica la scoperta di giacimenti d'oro e di diamanti scatenò il conflitto tra Boeri (i vecchi coloni olandesi) e Inglesi. Questi ultimi ebbero la meglio e nel 1910 formarono l'Unione Sudafricana.

La colonizzazione in Asia
La possibilità di accedere dal Mediterraneo al Mar Rosso tramite il canale di Suez diede nuovo impulso all' espansione europea in Asia, già in atto prima dell' età dell' imperialismo.

Il dominio inglese in India
Nel 1857 il governo britannico assunse il controllo diretto dell' India, prima governata attraverso la Compagnia delle Indie. Nel 1885 nacque il Congresso Nazionale Indiano, un'assemblea della classe media indiana che passò da posizioni di collaborazione con gli Inglesi alla richiesta di autogerno.

La Cina
Le tensioni tra Inglesi e il governo imperiale causarono due guerre dell' oppio (tra il 1842 e il 1860), così chiamate perché determinate dal rifiuto cinese di importare l'oppio.
Le varie potenze approfittarono della crisi dell' Impero cinese per occuparne alcune zone. Una rivolta condotta dalla società segreta xenofoba dei boxers venne sedata da un contingente internazionale: ormai la sovranità del governo imperaile era limitata.

Registrati via email