Ominide 760 punti
Questo appunto contiene un allegato
Unificazione tedesca e situazione europea dopo la guerra di Crimea scaricato 53 volte

Unificazione tedesca e situazione europea dopo la guerra di Crimea

1850-70
Inasprimento dei rapporti Savoia-Chiesa:
• leggi Siccardi (1850) [uguaglianza giuridica]
• leggi del ‘55
Politica estera di Cavour:
-partecipazione alla guerra di Crimea per ottenere sostegno dalla diplomazia europea (soprattutto Francia[II impero→1852-70] ed Inghilterra)

1856→Pace di Parigi
→relazione di Cavour circa l’arretratezza degli Stati italiani rispetto a quello sabaudo, candidatura del Piemonte a potenza egemone sulla penisola
1858→Felice Orsini, mazziniano, progettò un attentato a Napoleone III mentre si recava all’Opera di Parigi, anciò delle bombe che ferirono o uccisero uomini del suo seguito, ma i regnanti restarono illesi o comunque solo lievemente feriti→arrestato →pentimento attraverso lettere all’Imperatore→successivi “suggerimenti” della Francia agli stati italiani per controllare terroristi e rivoltosi.

→Incontro segreto di Napoleone III e Cavour→accordi di Plombières:
-creazione di un regione dell’Alta Italia sabaudo [Piemonte, Lombardia. Veneto, Emilia-Romagna, Liguria]
-creazione di un regno dell’Italia centrale sotto tutela Francese senza il Lazio che sarebbe rimasto al Papa
-discendente di Murat sul trono napoletano
-intervento della Francia in Italia in caso di attacco austriaco in cambio di Nizza e Savoia [realmente avvenuto]
II guerra d’indipendenza [aprile-luglio 1859]
Provocazione dell’Austria da parte del regno sabaudo. Ultimatum dell’Impero asburgico→ritiro delle truppe piemontesi dal Ticino→Dichiarazione di guerra da parte dell’Austria. Arrivo dell’esercito francese dopo un mese, allagamento delle risaie vercellesi→pareggio con l’esercito austriaco[200mila morti dell’Impero, 80mila piemontesi, 100mila francesi]→battaglie gemelle di Solferino[truppe francesi] e san Martino[truppe piemontesi]→vittoria franco-sabauda [di Pirro sostanzialmente]
→Fondazione della Croce Rossa[1864]→Henry Dunant
→Incontro tra Napoleone III[perplessità da parte dell’opinione pubblica, gran numero di vittime, minaccia di attacco da parte della Prussia] e Francesco Giuseppe→Armistizio di Villafranca[11 Luglio]→cessione della Lombardia fino al Lago di Garda circa in cambio della ritirata francese→dimissioni di Cavour[ritorno nel ‘60], sostituito da La marmora
1860→annessione richiesta da Romagna e Ducato di Parma, rifiutate inizialmente per la Francia→modifica al patto di Plombiéres→cessione di Nizza e Savoia ed annessione al Piemonte di Romagna, Ducato di Parma e Granducato di Toscana, attraverso plebisciti.
Iniziativa democratica→ [exseguaci di Mazzini→Società Nazionale→appoggio all’unificazione con qualsiasi mezzo, ma insieme ai Savoia→Partito d’Azione (dopo la II guerra di indipendenza)]→spedizione contro il regno borbonico [Francesco II, Franceschiello]→i Mille, finanziati anche dagli ambienti massonici inglesi, appoggiati solo ufficiosamente da Cavour→partenza da Genova su due piroscafi→sbarco a Marsala→tradimento da parte di ufficiali borbonici→battaglia di Calatafimi→conquista della Sicilia [Garibaldi: dictator, ma nessuna riforma sociale]→arrivo in Calabria favorito dalla flotta inglese→primo ministro borbonico [Liborio Romano]: appoggio a Garibaldi→intervento dell’esercito piemontese, sconfitta dell’esercito pontificio, ingresso a Napoli. Incontro di Teano→consegna del regno di Napoli
Annessione→costruzione del regno.
Eredi politici di Cavour→Destra storica [1861-76]→Sinistra storica [1876-…]
Ribellione del meridione [1861-66 circa]→creata dalla Destra storica→esercito.
Equilibrio europeo dopo la guerra di Crimea
II impero [1852-70]→regime autocratico paternalistico→lo Stato cercava di coinvolgere la maggior parte del popolo, utilizzo del plebiscito [bonapartismo] →sviluppo commerciale, ferroviario, industriale, finanziario, canale di Suez [ingegnere francese: De lesseps, ma progettista italiano: Luigi Negrelli], ristrutturazione urbanistica di Parigi [Hausmann]→volontà di rendere la Francia la potenza egemone sull’Europa con buon successo negli anni ’50 →fallimenti successivi [e.g.:’66→tentativo di creazione di un Impero del Messico] →caduta a causa di Otto von Bismarck
Questione tedesca→1862: nomina di cancelliere a Bismarck [Junker→nobili fondiari della Prussia orientale] da parte di Guglielmo I(prima reggente per Federico Guglielmo IV). Struttura dello Stato prussiano: Sovrano ← Cancelliere ← Parlamento (a suffragio universale anche se i voti non erano uguali) ← popolo. Problema interno: aumento delle spese militari, Parlamento non approvava bilancio dello Stato→ chiamata di Bismarck→aumento delle spese militari, senza tenere conto del Parlamento→approvazione retroattivo dopo i successi in politica estera. Unificazione tedesca impossibile con i trattati→3 conflitti armati:
1864→contro la Danimarca, in estate, [guerra lampo] per 3 ducati che erano sotto amministrazione danese, che il re di Danimarca voleva rendere danesi a tutti gli effetti→proposta di alleanza all’Austria→1 ducato all’Austria
1866→contro l’Impero asburgico insieme all’Italia [guerra lampo], in luglio, per estrometterla dalla politica della Confederazione, casus belli: divergenze sull’amministrazione del ducato ex-danese→battaglia di Sadowa→sconfitta austriaca→sovrano prussiano avrebbe voluto marciare su Vienna, ma Bismarck lo frena→nessuna espropriazione all’Austria, ma estromissione dalla Confederazione→creazione di una Confederazione del Nord (3/5 della Germania circa)
1868→crisi dinastica spagnola→offerta della corona del Regno ad un principe di Hohenzollern→veto francese→nessuna protesta prussiana
1870→[luglio]ambasciatore francese in visita al re di Prussia in una località termale [Ems]→richiesta di non porre mai un principe tedesco sul trono di Spagna→cordiale rifiuto da parte del sovrano (nel senso che si era già discusso della faccenda) →dispaccio dell’incontro inviato da Guglielmo I a Bismarck→riunione di Bismarck con il capo dell’esercito (Von Moltte) e ministro della guerra (Von Roon) →modifica del dispaccio (taglio di alcune parole)→ apparente offesa all’ambasciatore→dichiarazione di guerra alla Prussia da parte della Francia[fine luglio]→guerra lampo [19 luglio-1 settembre]→ battaglia di Sedan: sconfitta dell’esercito francese guidato direttamente da Napoleone III→esercito francese: prigioniero di guerra con lo stesso sovrano [fine del II impero]→bombardamento di Parigi da parte di un esercito formato da prussiani e soldati di molti stati tedeschi.
Francia→governo repubblicano provvisorio a Bordeaux→18 gennaio 1871, dopo che tutti gli stati tedeschi decisero di aderire all’unificazione (anche quelli meridionali), a Versailles, alla presenza di tutti i sovrani tedeschi, nomina di Guglielmo I come Deutsche Reich [Bismarck→cancelliere dell’Impero per altri 20 anni.]
Conseguenze del 1870:
• unificazione tedesca [II Reich]
• fine del II impero→nascita della III Repubblica francese
• breccia di Porta pia [20/09/1870]→fine dello Stato pontificio
• la Comune di Parigi [fine marzo-maggio 1870]
• Trattato di Francoforte [1871]→perdita per la Francia di Alsazia e Lorena →presenza dell’esercito tedesco sul territorio→enorme indennità di guerra
Impero tedesco[25 Stati]:
-Guglielmo I {1871-88}
-Federico III {1888-90}
-Guglielmo II {1890-1918}

Cancelliere→può scavalcare il Parlamento

Bismarck→dimissioni per disaccordo con Guglielmo II

Registrati via email