Lenin nelle tesi di aprile sosteneva che per porre fine alla guerra bisognava abbattere il capitale ; non era poi necessario passare attraverso un periodo di sviluppo all’occidentale e, solo alla fine, i proletari avrebbero preso il potere.
Per Lenin si poteva passare direttamente da una rivoluzione borghese a una proletaria e questo con l’alleanza dei contadini. Per Marx a questo si arrivava nei Paesi più avanzati dove le contraddizioni erano più sottolineate (per Marx si poteva aspirare a questo in Inghilterra, ad esempio, non in Russia!) quindi non era una dottrina ortodossa rispetto a Marx. Come si può passare direttamente a questo?
1) Potere al proletariato e ai contadini.
2) Nessun appoggio al governo provvisorio.
3) Tutto il potere ai Soviet.
4) Nazionalizzazione delle terre e controllo della produzione da parte dei Soviet.
5) Mutamento del nome del partito → partito comunista.

Al governo Lvov si sostituì il governo Kerenski (voleva continuare la guerra).

Durante questa seconda tappa dei governi provvisori, a settembre ci fu un colpo di stato militare, per arrestare gli sviluppi della rivoluzione. Più che il governo provvisorio, che ormai si trovava allo sfacelo, a sventarlo furono i soviet, in cui andava crescendo il potere dei bolscevichi che ormai avevano la maggioranza a Pietroburgo e Mosca. Lenin da qui può rientrare in patria e preparare l’insurrezione di ottobre.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email