Pippo di Pippo
Ominide 50 punti

Le teorie dell'evoluzione

Sino alla fine del 1700 si pensò che le caratteristiche umane siano rimste immutate a partire dalle prime specie nate, secondo il disegno divino e ciò che affermava la Bibbia.

Nei primi anni del 1800, gli scienziati cominciarono a sostenere e a formulare teorie che ipotizzavano che gli esseri viventi si sono sviluppati a seguito di una lunga evoluzione grazie al ritrovamento di alcuni fossili.

I primi sostenitori furono Lamarck e Darwin, che dimostrò che le condizioni del periodo determinarono una vera e propria selezione; secondo la teoria, solo i più forti o i più adatti potevano sopravvivere, inoltre affermava che l'uomo e la scimmia derivavano da uno stesso antenato, anche se con una diversa evoluzione.

Nonostante i dubbi su questa teoria, discordante con ciò che afferma la Bibbia, gli scienziati hanno più volte confermato il darwinismo che oggi è alla base del sistema evolutivo.

Registrati via email