Genius 7012 punti

Storia del Giappone

I primi abitanti del Giappone vennero, sia dalla Corea, sia dalla Cina del sud e dell'Asia sud-orientale, mescolandosi fra di loro e portando ciascuno un proprio contributo di conoscenze e esperienze. Gli Ainu, che ancora sopravvivono, sono gli Ebrei di una di queste popolazioni primitive, di stirpe asiatica ma non mongoloide. Attraverso la colonizzazione cinese in Giappone si diffuse il Confucianesimo e il Buddismo. Dalla Cina i Giapponesi ereditarono anche la scrittura, adattandola poi alla propria lingua.
Le origini della letteratura giapponese, caratterizzate in ogni epoca da un vivo senso della natura e da una sottile indagine, risalgono al VIII sec.
I primi testi sono due compilazioni a carattere mitico - storico (ereditato sia dal gergo parlato della popolazione giapponese e sia dalla lingua cinese).
Per molti anni il Giappone ha avuto una struttura politica sociale molto simile a quella dell'Europa feudale.
Al vertice, accanto a un imperatore del tutto privo di potere, un primo ministro che esercitava il governo effettivo al di sotto, una vera e propria rete di feudatari grandi e piccoli, che erano insieme guerrieri e proprietari terrieri.
La Borghesia era molto debole e subordinata alla classe dei guerrieri.
Anche questa società entrò in crisi nell'Ottocento al contatto con gli occidentali.
Tuttavia il Giappone riuscì a mantenere la propria indipendenza ad avviare una propria rivoluzione industriale paragonabile a quella dell'Inghilterra aveva conosciuto un secolo prima.
Fra la fine dell'Ottocento e l'inizio del novecento, il Giappone si trasformò in una grande potenza capitalista, e anche aggressiva in politica estera.
Il Giappone con questa decisione andò all'attacco.
Nel 1894-5 gli intrighi giapponesi in Corea provocano una guerra contro la Cina che rivela in modo clamoroso la superiorità militare nipponica.
Con il trattato di Shimonoseki il Giappone ottiene Formosa e le isole Pescadores. Il Giappone con l'aiuto degli occidentali andò in Cina ad affrontare i Boxers.
Nel 1902 c'è stata l'alleanza tra Giappone e Inghilterra e grazie a questa alleanza ci fu libera azione in Manciuria.
In seguito ci fu la guerra tra Giappone e Russia, vinse il Giappone sia sulla terra sia in mare.
Il Giappone partecipò anche alla Prima Guerra Mondiale, però non invase l'Asia, perché aveva di mira i possedimenti tedeschi in Cina e nel Pacifico.
Nel 1923 ci fu un grave terremoto che gravò la situazione circostante in Giappone, questo terremoto diede molte "grane" ai giapponesi.
Negli anni Trenta invase la Cina e durante la Seconda Guerra Mondiale si schierò a fianco dell'Italia e dalla Germania di Adolfo Hitler, occupando militarmente buona parte dell'Asia orientale.
Sconfitto gli alleati, conobbe anche, nel 1945, l'immane tragedia dello scoppio di due bombe atomiche una il 6 agosto a Hiroshima, la seconda il 9 agosto a Nagasaki. Subito dopo la guerra il Paese venne occupato dagli Americani e l'ordinamento politico si trasformò in monarchia costituzionale. Tuttavia, già a partire dagli anni Cinquanta, la sua economia si ricostruì fino a raggiungere e superare notevolmente i livelli dell'anteguerra.

Registrati via email