sgha192 di sgha192
Ominide 50 punti

L'antisemitismo

La parola “antisemitismo” viene introdotta ufficialmente in Germania nel 1879. Le matrici di tale pregiudizio sono essenzialmente quella religiosa e quella economica: l’accusa di deicidio ( il popolo di Israele viene accusato dell’uccisione del figlio di Dio). Gli Ebrei dispersi, dopo essere cacciati dai Romani sono stati esclusi man mano dalla società, obbligati ad indossare segni di riconoscimento e a risiedere nei ghetti, fin dal Medioevo. Il pregiudizio economico trae invece origine da una delle poche professioni consentite agli ebrei, cioè dal prestito del denaro a interesse. Il pregiudizio viene sospeso dai diritti affermati dalla rivoluzione Francese. In seguito si avrà un’emancipazione ebraica, cioè la liberazione di alcuni ebrei che erano liberi di vivere una vita normale. Nel corso del diciannovesimo secolo, l’ebraismo europeo assume dunque due connotazioni assolutamente nuove e opposte fra loro: in Germania e in Francia gli ebrei sono visti ormai come temibili concorrenti nell’economia, nella cultura e nella politica; nei paesi dell’est vengono invece percepiti come pericolosi promotori di ideologie rivoluzionarie e sovversive. La vera svolta avviene con la scoperta di nuove teorie scientifiche, che classificano il genere umano in razze. Gli ebrei vengono definiti portatori di carenze genetiche incurabili e nocive per il resto della società. In Russia si intensificarono i pogrom (persecuzione fisica degli ebrei) e in Francia scoppia il caso Dreyfos . Da questa intuizione di Herzl nasce a Basilea il movimento sionista. L’antisemitismo maturerà con l’avvenimento del nazismo, che lo porterà alla sua espressione più aberrante: lo sterminio di sei milioni di esseri umani ; la Shoah . Da cambi di rotta politici si passa al blocco dell’immigrazione ebraica nella regione. Si avvierà alla risoluzione delle Nazioni Unite del 1947 e alla proclamazione dello stato d’Israele nel 1948. La seconda guerra mondiale si allontana, il male sembra sconfitto per sempre , il mondo riassesta ma le sue storture no . Dalla fine del 1940 l’antisemitismo assumerà via via nuovi connotati. La mancata opportunità di lasciare nascere uno stato arabo al fianco di quello ebraico viene imputata esclusivamente agli ebrei e alla “imperialista filo americana”. Gran parte del mondo arabo ora stenta ad uscire dall’atteggiamento antiebraico.

Registrati via email