Ominide 1131 punti

Gli anni precedenti al 29 erano stati segnati da grande sviluppo industriale e una grande produzione e arricchimento per lo Stato, con vari investimenti per riprendersi e sollevarsi con un tasso di interesse guardagna molto, gli USA si sono arricchiti. Quando compre un'azione i soldi vanno a costituire il capitale della società per azioni per investimenti. Comprando un'azione verso denaro che va a costituire capitale dell'azienda che può così svilupparsi. Quando si forma una società per azioni questa emette le azioni, chi le compra versa un capitale che viene a costituire il capitale della società per azioni e grazie a quest'azione possiede una parte della proprietà. Quando io possiedo un'azione e la rivendo a qualcun altro la vedo in borsa e questo che la compra dà i soldi a me ma all'azienda non arriva nulla. Gli americani si sono messi a giocare in borsa, le azioni cambiavano di mano, vengono comprate e vendute, la quotazione in borsa non determina arricchimento società per azioni, ma il valore dell'azione si stacca dal valore effettivo della società. Perché le azione sono governate dalla legge della domanda e dell'offerta, se in tanti domandano un'azione il suo valore sale, se nessuno la vuole il suo valore scende per convincere a comprarla. Però questo non dovrebbe accadere che si stacchino dal valore effettivo della società, io dovrei comprare l'azione per guadagnarci a fine anno, ciò che deve spingermi a comprarla è la previsione di utili. Inizialmente gli utili ci sono perché gli USA escono dalla guerra vincitori e investono, ma poi il meccanismo si stacca dall'economia reale, il mercato borsistico si distacca dall'economia reale, vuol dire che il meccanismo di domanda e offerta che fa alzare le azioni si stacca dal valore effettivo delle aziende che ci stanno dietro. In economia ha ruolo centrale la psicologia, l'idea d'attesa del guadagno, fa salire la borsa di NY l'attesa che dalle azioni si sarebbe guadagnato di più. La crisi del 29 è determinata dal fatto che gli americani volevano arricchirsi senza faticare. Vedevano che la borsa saliva, compravano le azioni e le rivendevano per guardagnare. Se tutti fanno questo ragionamento la borsa sale automaticamente. In meno di due anni le quotazioni raddoppiano. In borsa si può vincere o perdere.

L'altro modo per guadagnare è questo: a fine anno l'azienda fa un bilancio agli azionisti che stabiliscono votando in funzione delle azioni che hanno in mano come utilizzare quanto è stato guadagnato, o dividere tutto tra gli azionisti o reinvestirlo. Cresce l'offerta e cresce il prezzo. Il problema è che tutti sono entusiasti perché negli anni 20 le azioni salgono quindi tutti cominciano a comprare le azioni. Questo funziona fino a quando c'è la richiesta.
Descrizione delle speculazioni: s'innescano le speculazioni borsistiche che utilizzano un paio di meccanismi.
1. Acquisto di azioni a riporto
2. Creazione di investiment trust, oggi si potrebbero chiamare fondi di investimento
I due meccaismi che creano la speculazione sono questi.
Nel primo gli investitori vedono che la borsa sale e si fanno imprestare dalle banche il denaro con cui comprare le azioni. Si fanno prestare parte del denaro che investono. Le banche pretendano che l'investitore se imprestano 100, 50 lo mette l'investitore e 50 la banca, poi pretendono che l'investitore riporti le azioni comprate in deposito al suo agente di borsa, a garanzia del prestito. Se l'investitore per qualche ragione non aveva più soldi le banche in garanzia rivendevano le azioni e riavevano 50. La banca pretende che l'investitore gli riporti una parte del capitale a garanzia del prestito. E' una follia. Perché se l'andamento della borsa è regolato da domanda e offerta, se mi faccio prestare i soldi aumento la domanda, questo fa gonfiare la domanda, è un meccanismo pericolosissimo. Tutti comprano più del dovuto. In questo modo chi prestava i soldi si faceva dare alto tasso d'interesse. Il termine che oggi si osa per indicare il gonfiarsi della borsa è bolla speculativo. Soffio soffio e poi esplode e collassa tutto d'un colpo.
Il secondo meccanismo è quello di fondare nuovi trust che hanno come obiettivo comprare azioni e venderle. Sono società che hanno come obiettivo comprare dai loro azionisti altre azioni e venderle e comprarle questo accresce ancora di più la domanda. Il secondo meccanismo è quello di fondare i trust di società che hanno come unico obiettivo vendere e comprare. Tutto questo porta a gonfiare.
Inseriscono un terzo meccanismo negli investiment trust che è la distinzione tra azioni privilegiate e azioni ordinare, tra azioni che ricevono (privilegiate) percentuale più alta di profitti e quelle ordinarie che invece ricevono una parte più bassa dei profitti ma più garantita. Principio della leva: questi investiment trust si dividono in ordinarie e privilegiate

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email