Stalin al potere

Non potendosi avvalere della totale adesione della popolazione, Stalin, tornò ai metodi e ai provvedimenti presi durante il periodo del comunismo di guerra e all’utilizzo dell’arma del terrore per portare avanti la sua strategia di sviluppo e realizzare quindi una radicale trasformazione del Paese.
Il terrore, inizialmente utilizzato come strumento di controllo nei confronti dei contadini e degli operai, fu esteso anche ai membri del partito bolscevico che avrebbero potuto rappresentare una minaccia al potere di Stalin.

Le cosiddette “grandi purghe”, infatti tra il 1936 e il 1938, videro i processi e le condanne a morte della vecchia guardia bolscevica, di molti dirigenti del partito e di alti esponenti dell’esercito, tra i quali Trotskij, Bucharin, Kamanev, Kinovev.
Così Stalin sostituì quelli che erano i vecchi dirigenti bolscevichi con calcolata freddezza con elementi di comprovata fede stalinista.

Inoltre furono organizzati i gulag, campi di lavoro coatto, nelle regioni più inospitali del paese, destinati a divenire luoghi di distruzione psicologica e fisica della persona. Questi campi, benché fossero destinati a criminali di ogni tipo, finirono per essere utilizzati per lo più come mezzo di repressione degli oppositori politici di Stalin.
Il regime poté consolidarsi attraverso una massiccia opera di propaganda, dovuta anche al monopolio di tutti i mezzi di informazione da parte dello Stato, e di esaltazione della figura di Stalin, intorno a cui si costruì un vero e proprio culto della personalità. Buona parte della popolazione poi accettò il regime anche perché il tenore di vita era migliorato per tutti. Inoltre il Paese non aveva mai conosciuto l’esperienza della democrazia ed era passata direttamente dall’oppressivo regime degli zar a quello di Stalin.

D’altra parte i governi occidentali abbandonarono la diffidenza nei confronti dell’URSS a causa dell’avvento del nazionalsocialismo in Germania e nel timore di una possibile ripresa dell’espansionismo tedesco. Così nel 1933 l’URSS venne ammessa nella Società delle Nazioni.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email