Erectus 630 punti

Società dei consumatori

Quando iniziò il XX secolo Parigi fece un’esposizione universale, era una gigantesse fiera dove c’erano tutte le invenzioni create dalla seconda rivoluzione industriale.

Belle epoque
età dei bei tempi, 1900-1914. Il suo simbolo era la velocità.
Introdusse il cronometro nelle fabbriche, e gli operai lottavano contro il tempo come i ciclisti. Le reti di cavi telegrafici faceva fare delle comunicazioni rapide da un punto all’altro. Le navi a vapore avevano accorciato le distanze. Nel 1912 per riuscire a vincere il nastro blu, il capitano del Titanic scelse la rotta più breve, la rotta polare, e si mise a correre anche se c’era nebbia e il mare pieno di iceberg. Durante la belle epoque si aggiungevano nuove invenzioni e le vecchie venivano perfezionate. La Germania fu definita la regina delle scienze perché aveva diversi settori dell’industria e contava sull’energia del carbone. Gli Stati Unii applicavano e diffondevano tutte le invenzioni europee. Sfruttavano il petrolio ricavando il carburante per l’industria. Usavano l’energia elettrica per illuminare le abitazioni e le strade.

Tutti gli oggetti prodotti dalla rivoluzione industriale trasformarono la vita quotidiana. La prima rivoluzione aveva aumentato solo la produzione agricola e le innovazioni nella produzione tessile. La seconda offrì i beni di consumo durevole come il telefono, il grammofono, l’auto,… Nei centri urbani più grandi costruirono i grandi magazzini dove si poteva trovare di tutto, per quelli meno ricchi inventarono il pagamento rateale. Nacque lo sport dove venivano organizzate e sponsorizzate per diventare un fenomeno di consumo. Diedero il via anche alle olimpiadi. Le banche si moltiplicavano e incoraggiavano le persone a depositare i soldi.
Nacquero le società anonime cioè delle società costituite da più persone che possedevano le azioni di un’impresa. Le azioni erano quote del capitale investito nell’impresa. nel 1909 Ford costruì un’automobile chiamata “modello T”, e per le sue caratteristiche era adatta per le persone di classe media, come borghesi, agricoltori.
Nel 10913 Ford introdusse la catena di montaggio, era un nastro mobile lungo dove venivano disposti a intervalli gli operai, con questo sistema realizzò la produzione in serie, e in una anno metteva sul mercato due milioni di auto. Introducendo la catena di montaggio Ford aveva applicato la nuova organizzazione del lavoro inventata da Taylor. Con questa operazione i costi diminuivano, il numero dei prodotti aumentava e il prezzo scendeva e i guadagni aumentavano.
Ridusse l’orario di lavoro da 10 a 8 e aumentò lo stipendio.

Registrati via email