Questo appunto contiene un allegato
Socialismo, predecessori di Marx e Marx scaricato 1 volte

Socialismo e l’arrivo a Marx

L’idea socialista viene dalla industrializzazione che trasforma l’economia del Paese. La società si plasma, si concentrano i luoghi di produzione (la macchina sostituisce l’uomo), impiego nelle industrie delle grani città. Trasformazione di contadini in operai, ammodernamento dell’economia che ha effetti sul benessere del paese dove ci sono le industrie. Oppressione delle masse sociali. Il socialismo non nasce con Marx ma prima, chiamato utopistico legato ad autori francesi e inglesi la cui idea era “Bisogna correggere il sistema industriale in maniera da poter non opprimere e poter comunque prosperare”. Idea socialista: la tesi del socialismo utopistico che punta a una correzione della società industriale. Si tratta di proposte varie, non c’è una proposta di fondo condivisa.
Marx: nasce a Treviri nel 1818 studia giurisprudenza e anche Hegel infatti poi si laureerà in filosofia con una tesi su Democrito ed Epicuro, due atomisti. Si dedica al giornalismo politico e comincia la sua produzione. Incontra Engels con cui scriverà il manifesto. Comincia a interessarsi di economia. Si trasferisce a Bruxelles, critica il capitalismo. Continua a scrivere testi di economia, filosofia, storia dove rilegge con le sue idee i fatti che accadono. Nel 1847 viene incaricato di fare un manifesto programmatico ed è quello del 1848. Si mantiene facendo il giornalista, ha una famiglia numerosa. 1851 inizia a lavorare al British Museum. 1852 pubblica articoli dedicati a Luigi Bonaparte e continua a scrivere di filosofia. 1864 associazione internazionale dei lavoratori. 1866 pubblica “Il capitale” analisi scientifica del capitalismo. Scrive “Critica al programma di Gotha” e nel 1882 muore. Nel 1844 inizia a fare studi e scritti economici per poter trarre dalla storia la sua ratio, un ordine, una regola. Gli interessa l’Hegel che offre una lettura della storia, per Hegel è movimento che attraversa fasi, lo spirito genera sé stesso, il soggetto del movimento era spirito. Marx dà ragione a Hegel ma per lui il soggetto non è lo spirito ma la materia. La vita materiale è la sostanza della storia umana, conflitti per soddisfare i bene materiali.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email