Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti

• movimento di protesta dei giovani
• protesta universale
[…] un unico grande movimento unificato dalle parole d’ordine della solidarietà, dell’antiautoritarismo, del pacifismo, dei diritti civili, dello spontaneismo, della libertà di parola e di espressione. (P. 457) Un movimento che ha avuto come protagonisti i giovani, fino a questo momento non c’è mai stata l’identificazione sociologica dei giovani. L’esser giovani è sempre stata una cosa anagrafica, mai prima d’ora è stata una condizione sociale. Nel ’68 i giovani  gruppo/categoria sociale, che ha ad un certo punto una richiesta: contare di più nella società. Questo avviene in tutto il mondo (idee diverse, ma con qualche denominatore in comune: la solidarietà, l’antiautoritarismo, pacifismo, diritti civili, spontaneismo, libertà di parola e di espressione. Un altro punto in comune è la protesta alla guerra in Vietnam.

Il primo movimento è avvenuto nell’università di Berkeley nel 1964 in California, con la richiesta degli elementi sopra elencati e in più, la libertà sessuale (esce la pillola anticoncezionale, le ragazze d’ora in poi non devono avere più paura di rimanere incinta e avere più libertà sessuale).
In Cina, Mao Tse Tung fa la rivoluzione culturale (un’idea di incitare i giovani a spazzare via il vecchiume dal partito democratico dello Stato). Utilizza i giovani come una leva per scartare dal potere politico i suoi avversari. Allora anche lui apparve come uno degli eroi nel ’68, come Che Guevara.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email