Ominide 3880 punti

Fine ottocento

Abbiamo la scoperta del petrolio, una delle prime estrazioni avviene negli Stati uniti d’America i quali sono i primi con Edwin Drak che si dedica all’estrazione del petrolio “oro nero”, quindi da questo iniziò la corsa alle conquiste energetiche nel mondo. Non solo l’Africa ma anche i paesi arabi come l’Iran, Iraq i quali diventano mire di politiche espansionistiche. In questo periodo si scopre che dal lavoro del carbonio si ricava il cherosene utilizzato per illuminare le lampade che andò a sostituire l’olio di Balena e nacque così nella produzione di lampade la compagnia di Rockfaller, produttori di lampade a cherosene. Col passare del tempo le campagne petrolifere aumentano dando vita ai “trust” petroliferi che diventeranno degli organismi riguardando non solo il petrolio ma anche altri prodotti. Il trust è una sottocompagnia che aveva il compito di controllare il mercato internazionale migliorando la tecnologia costruttiva che doveva controllare anche il prezzo del greggio. Dal petrolio si ebbero altri derivati come la benzina, il diesel e la loro utilizzazione nel motore a scoppio utilizzando la benzina sostituendola ai motori alimentati a carbone. Sono gli anni che interessano la formazione della Ford in America e anche in Italia con la Fiat, Francia la Renaux, Germania la Volkswagen. Lo sviluppo di questa nuova forma fa aumentare la richiesta del petrolio soprattutto in Iran, Iraq da parte dei paesi maggiormente interessati come l’Inghilterra e Olanda che diedero vita alla Dutch Shell ovvero un’organizzazione petrolifera. I tedeschi sfruttarono il petrolio in Turchia e i Francesi invece si dedicarono allo sfruttamento del petrolio in Iraq. Queste nazioni vengono autorizzate da degli accordi intrapresi tra i ricchi proprietari terrieri e le campagne petrolifere dei vari paesi i quali pagarono certi diritti direttamente ai proprietari dei terreni petroliferi ovvero gli sceicchi quindi c’è un arricchimento “limitato” ai soli proprietari terrieri e non in tutti i territori arabi

Registrati via email