Ominide 50 punti

Roma Capitale d'Italia

La possibilità che Roma, ancora soggetta al papa, diventasse capitale del nuovo regno, sembrava ancora molto lontana, tanto che il governo italiano aveva deciso di trasferire il parlamento a Firenze per dare una collocazione meno periferica alla capitale. Roma era intoccabile per una questione morale, posizione internazionale e scomoda per i rapporti diplomatici con la Francia. Tuttavia, i francesi dopo esser stati sconfitti nella guerra contro la Prussia si trovarono costretti a ritirare le truppe che presiedevano Roma. Il governo italiano, approfittando del momento politico favorevole inviò il 20 settembre 1870 alcuni reparti nelle mura delle città presso Porta Pia. Il papa si chiuse in vaticano, dichiarandosi prigioniero e lanciando la scomunica contro quelli che definiva «usurpatori dello Stato Pontificio ». Due settimane dopo , un plebiscito proclamò l’annessione al regno d’Italia, del quale Roma divenne la nuova capitale. La conquista dello stato pontifico tuttavia, aprì la cosiddetta”questione Romana” in cui le tensioni fra Stato e Chiesa si sarebbero trascinate per decenni.

Registrati via email