Democrazia e socialismo

Prima metà del XIX secolo la causa della democrazia aveva fatto passi enormi, come il Cartismo in Inghilterra.
1805-1859 Alex de Tocqueville, maggior rappresentante della cultura politica del XIX secolo.
Conosce la violenza della Rivoluzione Francese, coscienza morale e la sua intelligenza lo portano a capire quanto la forma dei tempi imponeva l'affermarsi anche sul piano politico del Principio di Eguaglianza.
1831-32 si reca in America là dove la democrazia si era già affermata, e qui scrive "La democrazia in America"
1835 primo volume esce a Parigi
Sulla sua politica stavano ormai facendo ingresso le Masse.

I rischi della democrazia, dietro alla democrazia poteva celarsi il pericolo di una dittatura perché la forza del numero poteva minacciare la libertà della maggioranza, una paura soprattutto dei Liberali (fautori del cambiamento)

- Toqueville avverte la necessità di rimedi per evitare la dittatura. Emerge la democrazia che ha l'esigenza dell'educazione:
Educazione liberale che pone l'accento sulla dignità dell'uomo e perciò sul dovere di salvaguardarne l'autonomia garantendo a ciascuno il libero esercizio dei diritti individuali.
Democrazia rispettosa delle libertà personali.
Processo educativo il cui frutto è che ciascuno intenda la libertà come responsabilità.
Problema diverso se la democrazia, ripudiava il liberalismo, si associava ad un'altra idea politica del XIX secolo: il socialismo.


Il socialismo

Moto dell'anima, sentimento, poi diventa idea politica. Aumento demografico, è un dato di fatto, prima industrializzazione, e la questione sociale, da moto dell'anima, di passa al suo derivato socialista.
Miserevoli condizioni di lavoro e di vita per assicurarsi il potere subisce imposizioni offensive.
Si invoca una politica sociale, e un intervento di provvedimenti legislativi.

Esempio inglese: prenderà poi la strada della socialdemocrazia.
1824 abrogazione Combination Act
1825 limiti del diritto di sciopero
1833 Factory Act
1834 Tuc
Cultura riformatrice, movimento operaio, raccolto in organizzazioni sindacali, accetta le rivoluzioni di indipendenza e il Capitalismo.

Politica sociale invocata in Inghilterra, imposizione di regole, sul luogo di lavoro, nei quartieri cittadini, nei rapporti datori di lavoro-operai. Venne concessa la libertà alle associazioni operaie.

Una proposta più radicale: no al liberalismo, arriverà alla dittatura sovietica.

Una proposta per un nuovo sistema sociale è una nuova forma di Stato, istanza che nascono da una riflessione teorica basata sulla negazione del Capitalismo, che può produrre effetti sociali perversi, miseria.

Nasce così un socialismo come idea politica:
- subordinazione dei diritti individuali agli interessi collettività, abolizione della proprietà privata e gestione pubblica economica.

Registrati via email