Eliminato 68 punti

La seconda rivoluzione industriale

All’inizio dell’Ottocento la popolazione mondiale aumentò in tutti i continenti. In particolar modo la popolazione europea raddoppiò. La causa principale di questo aumento fu la diminuzione della mortalità infantile, dovuta a migliori condizioni igieniche, alla scomparsa delle epidemie di
peste e vaiolo e alla migliore alimentazione. Dall'America vengono importati Mais e Patate.
Nella seconda metà dell’Ottocento si estese la rete ferroviaria di tutto il mondo; i treni divennero più veloci e più comodi. Ebbe un grande sviluppo anche la navigazione marittima: le navi furono costruite in ferro e questo offrì nuovo impulso all’industria siderurgica. Fra il 1850 e il 1873 l’industria cominciò ad espandersi con ritmo veloce, diffondendosi però nei vari paesi europei con tempi diversio costosi per le famiglie povere.

Con la rivoluzione industriale si affermò il capitalismo, sistema di produzione basato sul capitale: imprenditori accumulavano i capitali e li investivano in nuove attività. Nelle fabbriche gli operai lavoravano
in cambio di pochi soldi, i turni di lavoro erano duri e lunghi, gli ambienti spesso malsani e non c'era nessuna assistenza né protezione. I lavoratori, per migliorare la propria condizione, iniziano a riunirsi, organizzando i primi scioperi e costituirono le prime associazioni operaie, le Trade Unions (unioni di mestieri), organizzazioni sindacali messa in vigore nel 1825,e inoltre si diffusero (società di mutuo e di soccorso e cooperative di consumo).

Registrati via email