La rivoluzione cinese

Finita la seconda guerra mondiale, si scatenò un cruento conflitto tra i nazionalisti di Chang Kai-shek (aiutati dagli Usa) e i comunisti di Mao Tse Tung (aiutati, seppur in modo limitato, dagli Urss). Questi ultimi ebbero la meglio: la fondazione della Repubblica popolare cinese (1949), di cui Mao Tse Tung divenne primo Presidente, segnò la riunificazione della Cina e un ampliamento del campo socialista.

La guerra di Corea

Nel 1947, la Corea era divisa in due zone: Corea del Nord, occupata dall’Urss e controllata da un governo filo-comunista; Corea del Sud, occupata dagli Usa e controllata da un governo filo-occidentale.

Il 25 giugno 1950 ci fu l’invasione della Corea del Sud da parte della Corea del Nord, che determinò l’intervento degli Usa, con l’appoggio dell’Onu. In risposta all’avanzata dei sudcoreani, la Cina di Mao intervenne a favore dei nordcoreani, che già avevano l’appoggio della Russia. Il conflitto sembrava vicino, tuttavia dopo lunghe trattative si arrivò alla firma di un armistizio (1953) che riportò la Corea alla situazione originale ovvero quella precedente al conflitto. dopo questo conflitto si comincio ad avere nella zona del sud est asiatico una prevalenza di dominio rosso nel sud est asitico preannuncio della guerra in vietnam( scuola classico tacito roma)

Registrati via email