Tempo92 di Tempo92
Ominide 58 punti

La Restaurazione

Il congresso di Vienna
Vienna ricomincia ad essere piena di folla (politici, ufficiali, ecc.). Questo è dovuto all'urgenza di un incontro diplomatico promosso dalle principali potenze che hanno sconfitto Napoleone. Il criterio fondamentale che usano è il Principio di Legittimità: restaurazione dei poteri legittimi agli Stati sottomessi da Napoleone. Vogliono riportare la carta europea come prima del 1789. La Russia ingloba la Polonia, la Prussia riottiene i territori a est e a ovest, l'Austria riprende tutti i territori, la Germania viene costituita la Confederazione Germanica, in Spagna il re abolisce la Costituzione di Cadice e l'Italia è divisa in Stati.

I trattati
Tutti i territori sono stati rimessi come erano prima del 1789. Questa è una soluzione adottata per limitare i territori francesi. Il primo trattato avviene nel 26 Settembre 1815 con il Patto di Alleanza dove i paesi si alleano e in caso di disordine le truppe intervengono. Il secondo trattato è quello della Quadrupla Alleanza del novembre 1815 con Gran Bretagna, Austria, Russia e Prussia che impegna i contraenti ad escludere i Bonaparte dal trono francese.

I sistemi politici
Quasi tutti gli Stati della Restaurazione sono guidati da monarchie amministrative, però fanno eccezione Regno Unito e Francia che sono monarchie dotate di istituti rappresentativi. Regno Unito: sono sempre gli stessi Re, Camera Dei Comuni e Camera dei Lord. E' una monarchia Parlamentare, ossia dove il governo è formalmente nominato dal re ma è politicamente responsabile nei confronti della maggioranza creatasi nella Camera dei Comuni. La Francia: dispone di una Carta costituzionale concessa. Prevede un Palamento bicamerale (una Camera Bassa e una Camera Alta). Il re è a capo del governo e il governo è responsabile nei suoi confronti. E' una Monarchia Costituzionale.

Il pensiero conservatore
Nel principio della tradizione viene incorporato nello stato ed è il fondamento di vita più specifica. E' un orientamento ideale che dà sostegno al legittimismo. Molti pensatori riflettono sulla differenza tra buon regime politico (inglese) imposto gradualmente e cattivo regime politico (francese) imposto rompendo radicalmente gli equilibri. La religione è il fondamento delle istituzioni politiche e sociali.

Opinione pubblica e sette segrete
Negli anni seguenti al 1815 la situazione politica è instabile. In Gran Bretagna e in Francia le idee politiche sono nei giornali, nei club e nelle associazioni. Mentre in quasi tutta l'Europa questo viene proibito. Quindi, nascono le associazioni segrete, la principale è la carboneria che deriva dal modello associativo massonico.

L'idea di Nazione
L'idea di nazione comincia a stabilire la collettività che ha il diritto di esercitare la sovranità politica su uno specifico territorio. Ci sono due processi: uno di natura imitativa dove da altre parti si imitano i rivoluzionari; un'altro di natura reattiva dei popoli sottomessi a Napoleone. Ci sono difficoltà linguistiche e dopo il 1815 l'idea di nazione è un linguaggio ribelle, i sostenitori vogliono mutamenti radicali, vogliono stravolgere la carta europea (unendo o smembrando stati). Ma nonostante tutto il linguaggio politico fondamentale dell'800 europeo rimane il nazionalismo. Questo perchè coinvolge le masse. I messaggi politici sono in opere d'arte in stretto rapporto con il romanticismo che è un'arte per il popolo.

Miti del nazionalismo romantico
Nazione intesa come una famiglia allargata, come una comunità di discendenza, ovvero che le generazioni presenti sono legate a quelle del passato e a quelle del futuro da legami di sangue. Si pensa alla nazione come una patria. In questo periodo si forma un modo dove si pensa l'eredità culturale in maniera molto rigida ed esclusiva. Anche l'interiorizzazione del sacro nel politico prende piede (vedi l'auto incoronazione di Napoleone).

LIiberalismo/democrazia
I principi liberali si sviluppano intorno ad alcuni principi: esaltazione dei principi del libero mercato dove l'imprenditore è come un eroe; i liberali intendono valorizzare la società civile; i liberali chiedono il consolidamento o l'introduzione di istituzioni costituzionali e parlamentari che formino uno stato di diritto; tutti i cittadini devono essere uguali davanti la legge.

Anche il pensiero democratico si sviluppa attorno ad alcuni principi: si preferiscono assetti politici repubblicani e il diritto di voto deve essere attribuito a tutti i maschi adulti.

Registrati via email