sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Regno Unito dopo la II Guerra Mondiale-

Nelle prime elezioni del dopoguerra, nel 1945, i conservatori di Churchill vennero sconfitti dai Laburisti.
Il primo ministro diventa Clement Attlee, che avvia un piano di riforme molto importante.
Venne fatto stilare dal William Beveridge un Rapporto sul funzionamento dei servizi sociali e anche di portare eventuali proposte per il loro miglioramento.
Beveridge sostenenva che fosse necessario impedire che il reddito di ogni individuo scenda sotto il livello minimo di sussistenza e per far ciò dovevano venire tassati i redditi più alti.
Ciò serve anche per garantire il pagamento di sussidi ai disoccupati, di assegni familiari per le famiglie più numerose, e la costruzione di un sistema sanitario e pensionistico pubblico.
Tra il 1946 e il 1948 viene organizzato il National Health Service (NHS, Servizio Sanitario Nazionale).
Viene organizzato anche un sistema di assicurazioni contro malattie, infrotuni, vecchiaia e disoccupazione, finanziato coi contributi dello Stato, dei lavoratori e degli imprenditori.

Si procede anche alla nazionalizzazione della Banca d’Inghilterra, delle industrie siderurgiche, elettriche e carbonifere e dei trasporti.
Questo insieme di misure costituisce il primo esempio di quello che ora viene chiamato Welfare State (Stato del Benessere).
Il Welfare State pone al centro dei suoi obiettivi il raggiungimento di un livello di benessere e protezione sociale garantita per tutti i suoi cittadini, e soprattutto per quelli meno abbienti.
Fin da subito appare chiaro che il Welfare State ha costi notevoli; questi costi sono fronteggiati con una forte tassazione progressiva sui redditi.
Nonostante ciò, il governo Attlee non è in grado di fronteggiare tutti gli impegni di spesa, che comprendono anche le spese per la ricostruzione dalla guerra.
Per questo da un lato il governo deve anche aumentare l’indebitamento dal Regno Unito nei confronti degli USA; dall’altro, il tassamento dei redditi limita i beni di consumo e quindi rallenta la crescita dell’economia.
I costi del Walfare sono superiori ai vantaggi che se ne ricavano; quindi i Laburisti nelle successive elezioni del 1951 vengono sconfitti dai conservatori.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email