sc1512 di sc1512
Ominide 5760 punti

-La Prosperità Statunitense del Dopoguerra-

Negli Stati Uniti, una volta termianta la Prima Guerra Mondiale, nel 1920 le donne acquistano il loro diritto al voto sul piano federale, col XIX emendamento della Costituzione degli Stati Uniti.

Nel novembre del 1920 il Partito Repubblicano riconquista la presidenza con William Harding, che venne sostituito nel 1923 da Calvin Coolidge.
Entrambi i governi repubblicani volevano favorire le classi alte e i più potenti gruppi imprenditoriali, infatti grazie alle agevolazioni tra il 1920 e il 1930 si assiste ad un ampissimo processo di concentrazione imprenditoriale.
Questa mossa permette di far salire il PIL degli Stati Uniti del 40% tra il 1919 e il 1929, ma aumentano anche i salari degli operai.
La maggiore disponibilità di risorse permette alle famiglie operaie di accedere ai beni di consumo offerti sul mercato; inoltre l’orientamento al consumismo più che al risparmi è incoraggiato anche dalla diffusione della tecnica della vendita a rate; spopolano i nuovi elettrodomestici.

Questa prosperità tocca soprattutto la popolazione bianca e wasp.
Tra il 1921 e il 1924 vengono limitati i flussi migratori in entrata con delle nuove leggi.
Sono frequenti le aggressioni e le discriminazioni a danno dei neri e sono incoraggiate da gruppi come il Ku Klux Klan.

Registrati via email