Progressi e relazioni dopo il 1815


Le vie della libertà:
- fermenti rivoluzionari francesi
- guerra napoleonica
-turbamenti (infiammavano gli animi, sollevando passioni politiche) e Rivoluzione industriale: entrambe inconciliabili con gli assunti della Restaurazione, avevano una radice Comune, il comune senso di libertà (sentimento illuminista, germanica).

Libertà secondo il pensiero Liberale:
- libertà, condizione necessaria per lo sviluppo della personalità umana, che porta ad un maggiore spazio per la vita privata, e che da maggiori garanzie giuridiche per diritti individuali.
- Il primo passo era una Costituzione, il riconoscimento dei diritti dei cittadini e dei limiti della Pubblica Autorità, sono delle garanzie che lo Stato deve assicurare.
- Il pensiero Liberale invocava la partecipazione dei cittadini alla pubblica amministrazione, mediante istituzioni rappresentative e la libera discussione politica ( più o meno Francia e Inghilterra).

- In Francia ed Inghilterra i fini erano: estensione delle garanzie giuridiche e dei diritti politici, e la soppressione dei superstiti privilegi e vincoli.
- Nella maggior parte degli Stati Europei, dove c'erano i Governi Assolutisti, la prima richiesta era la Costituzione.
- Nascita di sentimenti nazionali, per le guerre e rivoluzioni. Anche l'idea di Nazione si coniugò con quella di libertà. Es. La Germania, popoli della stessa lingua soggetti a più sovrani, senza unificazione non c'è lo spirito nazionale. L'Italia e la Polonia, sono soggette a sovrani stranieri, indipendenza condizione stessa della Libertà.
- Libertà della classe operaia: rivendicazioni, necessità di organizzarsi in associazioni operaie per difendersi dai datori di lavoro. Era necessario un intervento legislativo per l'igiene e la sicurezza sul lavoro.
Rivendicazioni anche per nuovi diritti, il successo delle richieste dipendeva dal potere politico, estensione dei diritti politici , si profila così un'istanza democratica, affinché nei previsti organi rappresentativi i Parlamenti, anche la voce della classe operaia potesse farsi sentire.
- Questi sentimenti animavano per lo più ceti cittadini (studenti, intellettuali, ufficiali), tutti partecipi di nuove idee per l'educazione tra operai. Gli ufficiali perché avevano partecipato attivamente alle guerre napoleoniche per un successo individuale.
- Il Movimento di Liberazione nell'America Latina: prima sfida all'ordine internazionale imposta dalla Santa Alleanza.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email