sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Primo Ciclo Politico Italiano della DC-

"Riforma agraria – cassa del mezzogiorno – sviluppo delle industrie – nuova legge elettorale".
Dal 1948 al 1957 si formano prevalentemente coalizioni ‘centriste’, cioè alleanze tra la DC e i partiti repubblicano, liberale o socialdemocratico.
All’inizio degli anni Cinquanta vengono attuate delle riforme agricole che confluiscono in una riforma agraria; era successo che numerosi gruppi di contadini avevano occupato abusivamente terreni incolti o latifondi, per metterli autonomamente a coltura; queste iniziative erano illegali.
Nel 1950, dunque, il governo di De Gasperi, superando l’opposizione dei partiti di destra, approva delle norme che portano all’espropriazione e redistribuzione di 750.000 ettari di terra.
Viene anche istituita la Cassa per il Mezzogiorno, un ente finanziario statale al quale viene attribuito il compito di coordinare i finanziamenti e i sostegni per le regioni meridionali per la costruzione o il miglioramento delle infrastrutture.

Nel 1956 viene creato il ministero delle Partecipazioni Statali, che ha il compito di coordinare le attività produttive delle numerose imprese possedute dallo Stato.
Uno dei settori industriali in più rapida espansione è quello automobilistico, con fabbriche come la Fiat e l’Alfa Romeo.
Per sostenere lo sviluppo, i governi di questi anni finanziano progetti di ricerca di giacimenti petroliferi nella penisola, il cui coordinamento è affidato all’Eni, ente pubblico.
Inoltre viene realizzato un vasto piano di ampliamento della rete stradale, con la costruzione di numerosi nuovi tratti a scorrimento veloce, ossia le autostrade, come l’Autostrada del Sole (Milano – Napoli).

Nel 1953 viene proposta una nuova legge elettorale: prevede che lo schieramento di partiti alleati che consegue più del 50% dei voti deve ricevere un ‘premio di maggioranza’, che consiste nell’automatica assegnazione del 65% dei seggi in Parlamento.
La legge viene approvata e nello stesso anno avvengono le elezioni (1953), dove la DC si conferma il primo partito col 49,8% dei voti, ma il premio di maggioranza non scatta.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email