Ominide 16 punti

Il 1917 fu un anno cruciale nella prima guerra mondiale per diverse ragioni:
1) Entrano in guerra gli Stati Uniti d’America
2) sul fronte i soldati si rifiutano di combattere e si verifica perciò il fenomeno del “disfattismo”. Questo modo di agire dei soldati mette in crisi i quartieri generale, in quanto i governi non avevano intenzione di porre fine alla guerra senza combattere. I capi dell’esercito affrontano in disfattismo attraverso FUCILAZIONI DI MASSA, PROCESSI SOMMARI, DECIMAZIONI.
3) sul fronte interno ( la società civile) ebbero luogo diversi scioperi nelle industrie, rifiutandosi di sostenere attraverso la loro manodopera la guerra. Questi scioperi vennero contrastati attraverso repressioni da parte della polizia.
4) per quanto riguarda la politica, i socialisti e i cattolici rivedono la loro posizione nei confronti della guerra e si oppongono al conflitto.
5) sul fronte russo, l’esercito dello Zar era andato incontro ad una serie di sconfitte, che portano a manifestazioni e ribellioni. La prima grande manifestazione avviene a San Pietroburgo, all’inizio di marzo, durante la quale vennero uccisi circa 1500 manifestanti . Lo Zar è costretto ad abdicare in favore del fratello che però rifiuta l’incarico. Con quest’ultima decisione si definisce la fine dell’impero e si pasa ad una repubblica parlamentare.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email