Eliminato 163 punti

Nazismo

Hitler

Austriaco naturalizzato tedesco. Ha esordito come pittore, ma fu rifiutato dall’Accademia di Belle Arti.
Ha letto da autodidatta:
• Nietzsche
• Darwin
• Hegel
• Fichte

Mein Kampf

• Pangermanesimo: Idea di una Germania che unisce tutti i popoli tedeschi contro la “serpe marxista”. Concetto dello spazio vitale.
• Al parlamentarismo democratico si sostituisce il “paganesimo” con il relativo culto del Furher e il simbolo della croce uncinata.
• Definizione dei nemici della Germania:
o Bolscevismo (perché prodotto degli ebrei)
o Democrazia parlamentare (perché prodotto degli ebrei)
o Capitalismo (perché prodotto degli ebrei)
o Stati Uniti (perché alleati degli ebrei)
o Ebrei
• Arianesimo: non si esalta l’idea del cittadino, ma della razza.
• Antisemitismo: per avere 1- sostenitori; 2- stato unitario. Gli ebrei si erano approfittati delle armi a svantaggio della Germania --> leggi di Norimberga
• Importanza dell’educazione e della pedagogia nella diffusione dell’ideologia nazista
• Idea dell’arte degenerata: libri, dipinti ecc. non conformi ai principi nazisti venivano distrutti (soprattutto arte moderna e opere di autori di sinistra)
• Ricostruzione della Germania di Tacito

Politica interna

Si ispira al New Deal in un’ottica dittatoriale:
• Intervento capillare della Stato a livello economico
• Rilancio dell’economia
• Ridistribuzione delle terre
• Rilancio delle opere pubbliche (anche per ammortizzare la questione del lavoro)
• Chiude le piccole e medie aziende perché non potevano sostentarsi
• Finanzia solo i grandi trust (per rendere più concorrenziali le grandi industrie)
• Rilancia il riarmo e lo sviluppo dell’industria bellica, in particolare settore siderurgico e chimico (contro il Trattato di Versailles che prevedeva il totale disarmo della Germania)
• rigidismo lavorativo: cerca di sanare il rapporto tra lavoratori e padronato (la quaestio che aveva fatto crollare gli stati liberali). I lavoratori dovevano sottomettersi al padronato in cambio di attività dopolavoristiche (per evitare che il lavoratore cospirasse contro il regime --> controllo di massa)
Finalità: Ottenere consensi dai capitalisti.

Politica estera

• Riarmo: non intende rispettare il trattato di Versailles che prevedeva il totale disarmo della Germania (militarizza la Renania --> esplicito atto di sfida alla comunità internazionale)
• Politica di aggressione: preludio alla seconda guerra mondiale
• Abbandona la Società delle Nazioni (1933)
• Autarchia: “bastare a se stessi”. Limita radicalmente le importazioni e crea un mercato interno (i capitalisti sono molto scettici dato che in tal modo si riduce il mercato concorrenziale, ma ottengono comunque i finanziamenti di Hitler, perciò si adattano)
• Patto Anticomintern

[Da parte del proletariato mancò una resistenza di massa. Ciò si dovette in parte alla tecnica di propaganda - attività dopolavoristiche e iniziative inserivano gli individui nella collettività nazionale - e in parte alla ripresa economica che dette sicurezza e lavoro ai ceti operai.]
[Al popolo interessava mantenere il proprio tenore di vita e non i mezzi attraverso i quali questo si raggiungeva.]

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email