Genius 7012 punti

CARATTERI DEL DOMINIO NAZISTA

Il dominio nazista in Europa fu caratterizzato dal saccheggio e dallo sterminio, corrispondenti a interessi economici (necessità di risorse e manodopera) e all’ideologia nazista.
In campo economico, le risorse dei paesi occupati furono assorbite dalla Germania. Alle industrie straniere furono imposti i piani di produzione tedeschi.
Vi furono trasferimenti forzati di manodopera verso la Germania.
Il progetto di “Nuovo ordine europeo” prevedeva un sistema basato sulla centralità della Germania, circondata da stati alleati e satelliti, concepiti solo come fonte di risorse e manodopera.
La soluzione finale fu concepita, prima come una deportazione, e poi come eliminazione dell’intera popolazione ebrea presente nei paesi occupati.
Fu istituito in sistema di lager, campi di concentramento e di sterminio.
La gerarchia nei lager era organizzata scrupolosamente: in basso c’erano gli ebrei, poi salendo gli omosessuali, gli zingari, gli asociali, i detenuti politici, i preti, i testimoni di Geova e i criminali comuni.
Qui i maltrattamenti, le punizioni e le privazioni portavano alla morte la maggioranza dei detenuti in poco tempo.
Per risolvere il problema ebraico furono tentate diverse vie, per giungere alla decisione dello sterminio fisico, inizialmente con fucilazioni di massa, poi con camere a gas e forni crematori.
La shoah (“annientamento” in ebraico) è un fenomeno senza precedenti, non solo per le dimensioni, ma anche per le motivazioni e i metodi utilizzati: un genocidio pianificato dal gruppo dirigente politico, che godeva di ampio consenso tra le masse e attuato con la collaborazione attiva di milioni di soldati, nel silenzio di un intero paese.

Registrati via email