simohpe di simohpe
Ominide 849 punti

Il movimento femminista ebbe un grande sviluppo solo alla fine dell'ottocento. Ne furono protagoniste alcune donne che appartenevano quasi tutte alla borghesia ed erano motivate da ragioni ideologiche. Ad esempio Lucy Stone voleva imparare il greco e l'ebraico per vedere se la traduzione della bibbia che davano all'uomo il dominio della donna era vero, oppure Mary Livermore fondatrice del "Woman's journal" la quale si batteva contro la schiavitù avendo avuto un' esperienza personale o ancora Susan Anthony che dirigeva "The revolution" anche lei contro la schiavitù. Nel 1840 a Londra si riunì un congresso antischiavista mondiale, al quale partecipò un parlamentare statunitense,Stanton, accompagnato dalla moglie Elizabeth Cady. Al congresso però non furono ammesse le delegate e allora una di loro, Lucrezia Mott, si accordò con Cady per dare più efficacia al movimento delle donne. Nel 1848 trecento uomini e donne si riunirono a Seneca Falls dove abitava Cady e approvarono la Declaration of sentiments, un discorso in cui erano elencate tutti gli abusi dell'uomo sulla donna. Tra le più importanti associazioni femminili che si batterono per le rivendicazioni ideali fu la National Woman Suffrage Association. Nel 1875 la presidentessa, Susan Anthony, presentò al congresso una riforma ,che non fu approvata , dove si richiedeva il suffragio universale per tutti gli stati. Nel 1869 nello stato del Wyoming fu concesso il diritto di voto, questo avvenne anche in altri stati ma non negli Stati uniti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email