Eliminato 643 punti

Nel 1848 l’Europa è investita da un’ondata rivoluzionaria che fa crollare il precario assetto imposto dalla restaurazione.
Le cause sono di due tipi:
- cause economiche, cioè quelle legate alla difficile congiuntura tra il 1846-47;
- cause sociali, principalmente l’insofferenza del proletariato, dato l’emergere della società capitalistica.
Il primo paese investito dall'ondata rivoluzionaria è la Francia, dove l’opposizione borghese al regno di Luigi Filippo reclama una più vasta rappresentanza parlamentare.
Parigi insorge, mossa anche da una crisi economica. È il 3 febbraio 1848. A seguito di questo evento, viene proclamata la repubblica francese, tuttavia il paese è fortemente spaccato tra due movimenti fondamentali: i radicali e i moderati.
Rapidamente la rivoluzione –che da questa prima prende esempio- si espande in tutta Europa; all'insofferenza socio-economica si unisce certamente un movente importante, lo spirito indipendentistico, specie nell'Impero austriaco e nella Confederazione germanica.

La rivolta tocca Vienna (13 Marzo), dove cade il Governo Metternich e viene concessa la Costituzione; esplode anche a Berlino (13-16 Marzo), dove il re prussiano deve convocare un’Assemblea costituente; nel maggio e nel ’48 poi si riunirà anche un’Assemblea dei rappresentanti delle nazioni tedesche .
Nonostante questi fermenti, i sovrani e le aristocrazie al potere riescono faticosamente a ripristinare i vecchi assetti istituzionali.
In Italia, contemporaneamente si assiste al fallimento delle società segrete (formatesi per organizzare i moti rivoluzionari), da questa situazione prende spunto il programma politico di Giuseppe Mazzini (fondatore della Giovine Italia, organizzazione volta a formare l’unità nazionale per mano di giovani mossi da spirito patriottico), ma anche i suoi progetti furono fallimentari. Si vennero a formare gradualmente due orientamenti di pensiero: quello mazziniano mirante alla realizzazione di una Repubblica e quello liberale moderato, mirante alla realizzazione di una Monarchia Costituzionale.
Il 1848, in Italia aveva visto la concessione dello Statuto Albertino da parte del Re Carlo Alberto di Savoia (4 marzo), nei giorni successivi si verificarono rivolte anti-austriache a Venezia (17 Marzo) e Milano (18 Marzo); il fallimento di queste ultime spingerà il popolo e i radicali a fare pressione su Carlo Alberto, affinché questo dichiari guerra all'Austria. Siamo all'avvento della Prima guerra di indipendenza.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email