Ominide 50 punti

Il programma della Giovine Italia

L'istruzione generale per gli affiliati alla «Giovine Italia", di cui si riportano i passi più significativi, contiene i punti essenziali del programma insurrezionale, in netta opposizione con i metodi delle precedenti società carbonare. Definiti la natura e il fine ultimo dell'associazione, Mazzini sottolinea, contro ogni possibile federalismo, il valore dell'unità politica del paese, raggiungibile soltanto con la formazione di una diffusa coscienza nazionale e con la guerra insurrezionale per bande.
La Giovine Italia è la fratellanza degli italiani credenti in una legge di Progresso e di Dovere; i quali convinti che l'Italia è chiamata ad essere Nazione, che il mal esito dei tentativi passati spetta, non alla debolezza, ma alla pessima direziono degli elementi rivoluzionari, consacrano, uniti in associazione, il pensiero e l'azione al grande intento di restituire l'Italia in Nazione di liberi ed eguali Una, Indipendente, Sovrana. La Giovine Italia dichiara senza reticenza, ai suoi fratelli di patria il programma in nome del quale essa intende combattere.
La Repubblica
Repubblicana: - perché, teoricamente, tutti gli uomini d'una Nazione sono chiamati, per la legge di Dio e dell'umanità, ad esser liberi, eguali, e fratelli.
Rebubblicana: - perché, praticamente, l'Italia non ha elementi di monarchia: non aristocrazia venerata e potente che possa piantarsi fra il trono e la nazione: non dinastia di principi italiani che comandi per lunghe glorie e importanti servizi resi allo sviluppo della nazione - perché, la tradizione italiana è tutta repubblicana: repubblicane le grandi memorie; repubblicano il progresso della nazione.
L'unità
La Giovine Italia è Unitaria - perché, senza Unità non v'è veramente Nazione - perché, senza Unità non v'è forza, e l'Italia, circondata da nazioni unitarie, potenti, e gelose, ha bisogno anzi tutto d'essere forte - perché il Federalismo, condannandola all'impotenza della Svizzera, la porrebbe sotto l'influenza necessaria d'una o dall'altra delle nazioni vicine - perché il Federalismo ridando vita alle rivalità locali oggi mai spente, spingerebbe l'Italia a retrocedere verso il medioevo.
Mazzini fonda a Marsiglia, nel 1831, la Giovine Italia.
L'educazione del popolo
I mezzi de' quali la Giovine Italia intende valersi per raggiungere lo scopo sono l'Educazione e l'Insurrezione. La missione degli esuli Italiani è quella di costituire l'apostolato. Lintelligenza indispensabile ai preparativi dell'insurrezione è, dentro e fuori, segreta.
L'insurrezione dovunque avrà luogo, avrà bandiera italiana, scopo italiano, linguaggio italiano. - Destinata a formare un Popolo, essa agirà in nome del Popolo, e s'appoggerà sul Popolo, negletto finora.
L'insurrezione
La guerra d'insurrezione per bande è la guerra di tutte le Nazioni che s'emancipano da un conquistatore straniero. Essa supplisce alla mancanza, inevitabile sui principi delle insurrezioni, degli eserciti regolari -chiama il maggior numero d'elementi sull'arena - si nutre del minor numero possibile d'elementi - educa militarmente tutto quanto il popolo - consacra colla memoria de' fatti ogni tratto del terreno patrio - apre un campo d'attività a tutte le capacità locali -costringe il nemico a una guerra insolita -evita le conseguenze d'una disfatta - sottrae la guerra nazionale ai casi d'un tradimento - non la confina a una base determinata d'operazioni - è invincibile, indistruttibile. La Giovine Italia prepara dunque elementi a una guerra per bande, e la provocherà, appena scoppiata l'insurrezione. L'esercito regolare, raccolto e ordinato con sollecitudine, compirà l'opera preparata dalla guerra d'insurrezione. I colori della Giovine Italia sono: il bianco, i rosso, il verde. La bandiera della Giovine Italia porta su quei colori, scritte da un lato le parole: Libertà, Uguaglianza, Umanità;
dall'altro: Unità, Indipendenza.

Registrati via email