Ominide 50 punti

La Giovine Italia

La Giovine Italia fu fondata da Mazzini a Marsiglia nel 1831 e il suo ordinamento venne pubblicato come istruzione generale per gli affratellati nella Giovine Italia.

La Giovine Italia è Repubblicana e unitaria
1) perché teoricamente tutti gli uomini di una nazione sono chiamati, per la legge di Dio e dell’umanità ad essere liberi, eguali e fratelli; e l’istituzione repubblicana è la sola che assicuri questo avvenire;
2) Perché, praticamente l’Italia non ha elementi di Monarchia: non aristocrazia venerata e potente che possa piantarsi tra il trono e la nazione: non dinastia di principi italiani che comandi, per lunghe glorie e importanti servizi resi allo sviluppo della nazione gli affetti o le simpatie di tutti gli Stati che la compongono;
3) Perché la tradizione italiana è tutta repubblicana.

La Giovine Italia è unitaria:

1) Perché senza unità non vi è veramente nazione;
2) Perché senza unità non si è forza, e l’Italia, circondata da nazioni unitarie, potenti e gelose, ha bisogno innanzitutto di essere forte;
3) Perché il federalismo, condannandola all’impotenza della Svizzera la porterebbe sotto l’influenza necessaria di una o l’altra delle nazioni vicine;
4) Perché il federalismo, ridando la vita alle rivalità locali, spingerebbe l’Italia a retrocedere verso il medioevo;
5) Perché il federalismo, smembrando in molte piccole sfere la grande sfera nazionale, cederebbe in cambio alle piccole ambizioni e diventerebbe sorgente di aristocrazia;
6) Perché, distruggendo l’unità della grande famiglia italiana, il federalismo distruggerebbe dalle radici la missione che l’Italia è destinata a compiere nell’umanità;
7) Perché la serie progressiva di cambiamenti in Europa guida inevitabilmente la società Europea a costituirsi in grandi masse unitarie;
8) Perché tutto quanto il lavoro interno tende da secoli, per chi sa studiarlo, alla formazione dell’unità.

Registrati via email