Ominide 3880 punti

Situazione italiana

Anche la situazione italiana non è da meno, è una situazione molto grave dal punto di vista economico. I reduci della prima guerra mondiale tornano alle loro case. Armando Diaz, aveva promesso ricchezze e prosperità a tutti i militari mediante il metodo garibaldino se loro avessero vinto la guerra ma loro non riceveranno nulla. Troveranno solo problemi di disoccupazione e crisi economica. Molti erano contadini e non trovarono nemmeno il loro pezzo di terra per poter lavorare. I reduci quindi mostrano un sentimento di odio perso lo stato; quindi: depressione economica e disoccupazione è ciò che trovano. Altri problemi che interessano tutti gli stati che preso parte al conflitto mondiale sno il problema della conversione delle industrie alimentari in belliche. Mentre prima tutte le industrie furono trasformate da alimentari in belliche, ora c’è la necessità di ritrasformarle al fine di produrre prodotti di prima necessità. Gli industriali ovvero facenti parte della borghesia industriale italiana ha gravissimi problemi nel dover riconvertire le industrie in industrie produttive. Lo stato è assente e anche la società delle nazioni non riesce a trovare soluzioni per dare supporto. L’economia è quindi ferma si bloccano quindi le industrie e il lavoro. Lo stato italiano era tenuto ad intervenire per migliorare la situazione. Il settore siderurgico, metallurgico e meccanico erano i settori dove i governi dovevano porre attenzione per far ripartire l’economia. Questi settori erano interessati a essere cambiati, quindi qui lo stato si concentra per la riconversione. Quindi i primi finanziamenti che lo stato italino è riuscito ad effettuare interessano questi settori ma non si riuscì a soddisfare le esigenze di tutte le industrie, solo alcune.

Registrati via email