Erectus 578 punti

Scoppio della prima guerra mondiale

I Motivi

- egemonici, forte spinta del nazionalismo;
- economici, produzione di armi;
- sociali, terrorismo (Serbia).

Il 28 Giugno 1914 lo studente serbo Gavrillo Princip uccide Francesco Ferdinando.Allora:
- l'Austria vuole indagare sull'omicidio ma la Serbia glielo impedisce
28 Luglio 1914 l'Austria dichiara guerra alla Serbia (scoppia la prima guerra mondiale);
- la Russia,in quanto protettrice dei paesi Balcanici mobilita l'esercito
- la Germania, alleata dell'Austria, sfrutta l'occasione e dichiara guerra alla Russia ed alla Francia;
- la Germania invade il Belgio neutrale;
- l'Inghilterra e Giappone dichiarano guerra alla Germania;
- la Turchia, per paura di un invasione russa, si allea con Germania ed Austria.

L'Italia per il momento rimane neutrale, perchè:

- l'esercito era impreparato;
- la triplice alleanza era un patto difensivo;
- i parlamentari, come tutti gli italiani, hanno pareri discordanti sull'entrata in guerra.

L'Italia entra in guerra

Il presidente del consiglio dei ministri, Salandra, insieme a Sonnino cerca di stipulare patti territoriali favorevoli all'Italia, in base ai quali il nostro paese sarebbe entrato in guerra a fianco all'Intesa o all'Alleanza.
Il 26 aprile 1915 viene stipulato il Patto di Londra dall'Italia e dall'Intesa.
Nel nostro paese sono, tuttavia, presenti due schieramenti contrastanti:
- gli interventisti, nazionalisti e socialisti rivoluzionari( Mussolini);
- gli neutralisti, cattolici e liberali moderati (Giolitti e i giolittiani erano favorevoli alla compravendita della neutralità italiana);
Il 4-20 maggio 1915 la camera con quello che si può definire un colpo di stato approva l'intervento dell'Italia al fianco dell'Intesa e questo perchè si pensava che:
- sarebbe stata una guerra breve, perchè l'economia e gli armamenti non avrebbero retto ad una guerra di lunga durata;
- sarebbe stata una guerra d'azione , grazie alla potenza delle nuove armi, purtroppo diventò un guerra di posizione, di trincea.

Registrati via email