Genius 2527 punti

La guerra civile spagnola

La guerra civile che si sviluppò in Spagna tra il 1936 e il 1939 ebbe inizio quando, nelle elezioni del 1936 un Fronte popolare composto da socialisti, comunisti, anarchici esponenti del Poum (Partito operaio di unificazione marxista) e repubblicani vinse le elezioni rovesciando il governo di destra che era in carica dalle elezioni del 1933. Alle destre facevano riferimento i grandi proprietari terrieri, i gradi più elevati dell'esercito e i conservatori delle varie correnti, mentre la compagine governativa nata dall'unione di tante forze della sinistra non era solida ma caratterizzata piuttosto da programmi distanti e incompatibili (al programma riformatore e capitalista si affiancava l'obiettivo della rivoluzione sociale e della collettivizzazione delle terre e delle industrie). Mentre le destre progettavano il colpo di stato nei primi mesi di governo del Fronte, si ebbero numerosi episodi di aggressione a chiese e proprietà, occupazioni di terre e fabbriche, e un ingente numero di scioperi. Per reazione le aggressioni armate vennero compiute dalla destra ai danni dei socialisti e degli anarchici mentre l'esercito preparava una reazione militare. Nonostante i conservatori avessero dalla loro la maggior parte dell'esercito, ma non la marina che rimase fedele al governo, l'attacco alla repubblica non determinò la sua fine immediata: nella parte occidentale della Spagna si assestò il fronte golpista capeggiato dal generale Franco, mentre la repubblica occupava ancora il resto della nazione. Il fronte repubblicano fu segnato da quel momento dalla debolezza militare e anche dalla frammentazione interna che alla luce dei nuovi accadimenti si esasperò. Gli anarchici reagirono di fronte al colpo di stato affermando la necessità di togliere alle classi privilegiate ogni potere economico, intento che non collimava con le esigenze della base sociale della frazione borghese del Fronte popolare che si vedeva direttamente attaccata: la piccola borghesia si schierò infatti compatta a fianco del fascismo di Franco.

Registrati via email