La Germania di Guglielmo II

Nel 1888,dopo la morte di Guglielmo I, era salito al trono Guglielmo II. Quest’ultimo decise di imprimere alla politica estera tedesca un nuovo indirizzo, che risultò opposto alla politica di alleanze messa in atto da Bismarck (costretto alle dimissioni nel 1890) negli anni precedenti. L’imperatore adottò così una linea improntata al più spregiudicato militarismo.
In accordo con tale obiettivo il nuovo Kaiser avviò la costruzione di una poderosa flotta militare e procedette a un energico riarmo dell’esercito. Tale decisione allontanò le simpatie dell’Inghilterra che, forte della supremazia marittima, si sentiva minacciata dalla Germania. In questo modo, Guglielmo II perse un potenziale alleato nello scontro con la Francia, nemica storica della Germania.

Inoltre in quegli anni, la Germania aveva conosciuto un rapido sviluppo industriale, dovuto in parte all’abbondanza di materie prime e in parte alle maestranze assai qualificate, che le permise di dominare il mercato interno e di sbaragliare la concorrenza in quello estero. Ne conseguì un poderoso incremento del commercio estero tedesco che si accompagnò a un vertiginoso aumento demografico. Tuttavia la rapidità dello sviluppo economico non impedì, nemmeno nello stato tedesco, la diffusione di un certo malessere sociale, affrontato in un primo momento attraverso una politica di moderato riformismo e in un secondo momento attraverso il ritorno al più tradizionale assolutismo.

In politica estera, Guglielmo II non rinnovò nel 1890 il trattato con la Russia, stipulato nel 1887, e non concesse alla nascente economia industriale russa i prestiti di cui aveva bisogno. Tutto ciò contribuì ad avvicinare la Russia alla Francia, che stipulò nel 1893 un accordo di reciproca sussistenza in campo militare. Inoltre si ebbe il progressivo avvicinamento tra Francia e Inghilterra, con la cosiddetta Intesa cordiale (1904).

Si formarono proprio in questi anni in Europa i due blocchi di potenze contrapposte:
Francia, Russia e Inghilterra: Triplice Intesa (1907);
Germania, Austria e Italia: Triplice Alleanza (1882).

Registrati via email