Sapiens 1379 punti

Le foibe

Foibe: cavità naturali caratteristiche del territorio carsico, si intende l’assassinio degli Italiani per opera di partigiani Sloveni tra il 1943 e il 1945 e la seguente emigrazione forzata del 1947.

1918 --> finisce la prima guerra mondiale – dissoluzione dell’impero austro-ungarico e creazione della Iugoslavia. All’Italia toccò Gorizia, Trieste e Istria, mentre alla Iugoslavia Dalmazia. Nei territori dati all’Italia (in lingua slovena) coesistevano: Croati, Sloveni e Italiani (tre etnie diverse), mentre gli ultimi vivevano nelle città e svolgevano lavori molto retribuiti, i Croati e gli Sloveni vivevano nelle campagne (erano molto poveri). Nasce un odio profondo nei confronti della classe dirigente italiana (disparità sociale) e durante il biennio rosso e l’affermazione del fascismo, in quella zona, i fascisti furono crudeli con la popolazione.

1941 --> in Iugoslavia (all’inizio a favore del nazismo), sale al potere un governo ostile alla Germania. Il paese venne invaso da Italiani e Tedeschi, che massacrarono tutti i partigiani (i restanti vennero rinchiusi in campi di sterminio). Da qui nasce l’equivalenza Italiani (fascisti) = Nazisti (amici di Hitler, colui che aveva fatto loro del male).

1943 --> vuoto di potere, i partigiani sloveni prendono gli Italiani e li scaraventano (o vivi o morti) nelle cavità carsiche (500-700 italiani). Dopo questa fase c’è il Piano Alarico, ovvero l’occupazione tedesca dell’Italia, questo porta alla formazione della Repubblica di Salò, che vede nell’Italia Settentrionale, gli Italini e i Tedeschi contro i partigiani sloveni.

1945 --> Tito con i partigiani vuole liberare tutta la zona a righe (sotto il nome di Istria). Quando la raggiunse, circa 10.000 o 12.000 Italiani furono gettati nelle cavità presso Gorizia e Sezana. Gli Sloveni non volevano che gli Italiani (in minoranza, ma ricchi) opponessero resistenza all’acquisizione della zone sotto la Iugoslavia.

1947 --> una volta definito il confine, gli Sloveni fecero di tutto per cacciare gli Italiani (venne imposta la lingua slovena, fu fatta l'espropriazione dei loro beni, vennero licenziati dai loro precedenti lavori di prestigio). Questa venne detta politica di snazionalizzazione.

Registrati via email