Erectus 630 punti

L’Europa Verso La Guerra

Germania
Il Kaiser Guglielmo II aveva allontanato Bismark perché voleva la pace in Europa, il Kaiser voleva unire al Reich tutti i territori europei abitati dai tedeschi (pangermanesimo), voleva trasformare la Germania in un Impero coloniale; e costruì una flotta da guerra per combattere contro quella britannica.

Francia
Ci fu il revanscismo che era una rivincita sui tedeschi nel ricordo della guerra franco-prussiana, e nella perdita dell’Alsazia e della Lorena.
Fecero delle manifestazioni popolari.
La Francia era dominata dal nazionalismo, autoritarismo, antisemitismo.

Inghilterra
Entrò in stato d’allarme, mantenne il suo governo liberale, e apri una riforma fiscale.
Che stabili il principio che un’economia è tanto più sana quanto il benessere è distribuito ugualmente.

Russia
Era governata da una monarchia assoluta, diretta dallo Zar Nicola II.
Lo zar si disinteressava degli affari dello Stato, ma si affidò a Rasputin.
Nel 1905 ci fu una manifestazione che fini in un massacro. Che determinò l’esplosione di una rivoluzione che prese tutta la Russia, che fini solo nel 1906, prese parte anche Lenin.

L’impero austro-ungarico era reduce di una serie di sconfitte militari e politiche subite nell’800, cosi nel 1867 dovette concedere una serie di autonomie agli Ungheresi, creando una monarchia dualista, cosi Francesco Giuseppe era imperatore a Vienna e re a Budapest.
Il nazionalismo che ci fu in Italia prese l’aspetto dell’irredentismo, che aveva come unico obbiettivo il ritorno all’Italia di Trento e Trieste.
Durante la bella epoque l’Europa dei nazionalismi si divise in:
* Triplice Intesa: Gran Bretagna, Francia, Russia
* Triplice Alleanza: Germania, Austria, Italia.

Registrati via email