Ominide 2630 punti

La prima concezione di Europa Unita è la poetica Giovine Europa di Mazzini.
Nel 1941 alcuni antifascisti messi al confino a Ventotene (in Lazio), Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, scrivono il Manifesto di Ventotene riuscendolo a diffonderlo clandestinamente. Anche nel bel mezzo di una guerra riescono ad immaginare un Europa unita e a pensare ad un’unica moneta e ad un unico esercito.
Dopo la loro liberazione diventano parlamentari e nel 1951 vi è il primo passo verso l’Unione Europea: la Comunità Europea Carbone e Acciaio (CECA).
Nel 1957 si fondano anche la Comunità Economica Europea (CEE) e il Mercato Comune Europeo (MEC).
Per europeo però in questo periodo si intendono molti meno paesi rispetto a quelli di oggi: Italia, Francia, Germania dell’Ovest, Belgio, Olanda e Lussemburgo. L’Inghilterra no perché in Francia De Gaulle rivaleggiava con gli inglese e si oppone alla loro entrata.
Nel 1973 vi è l’allargamento a Regno Unito, Irlanda e Danimarca;

nel 1974 a Parigi si fonda il primo organo politico, il Consiglio Europeo;
nel 1979 vi è la prima elezione del Parlamento Europeo, con sedi a Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo;
ne 1992 viene stipulato il Trattato di Maastricht in cui viene fondata ala Banca Centrale Europea (BCE), si decide la valuta unica e vengono stabiliti parametri sull’inflazione e sul debito pubblico.
Nasce così la vera e propria Unione Europea.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email