Genius 2527 punti

Il decennio dei totalitarismi

A differenza dei tradizionali regimi autoritari, i fascismi basarono gran parte della loro ideologia sulla modernizzazione della società. Essi per giungere a una capillare penetrazione delle istanze fasciste e per costruire quell'ordine totalitario cui ambirono, basato prevalentemente sul culto del capo, necessitavano di un'interazione con la popolazione; non intendevano, infatti, scoraggiare la partecipazione politica, come avveniva nei regimi a carattere autoritario di stampo tradizionale, ma piuttosto coinvolgere nelle proprie finalità un numero ingente di persone.
Sebbene fascismo e nazismo fossero intrisi di un'ideologia ruralista, il loro “pubblico” ideale era la popolazione urbana che poteva accedere con maggiore facilità agli strumenti di comunicazione e modernizzazione da loro utilizzati. Le grandi adunate, le parate, le pellicole propagandistiche furono tutte prevalentemente volte alla popolazione urbana sebbene, e anche questo è segno del processo di modernizzazione da loro innescato, anche le popolazioni rurali ebbero modo di assistere alle adunate e ai cinegiornali dell'Istituto luce che venivano proiettati nelle campagne.

Registrati via email