Ominide 21 punti

Prima Guerra Mondiale (1914/1918)


Cause della guerra
- Spinte nazionalistiche dei Paesi Europei;
- Aggressività della Germania;
- Corsa alle colonie;
- Contrapposizione dei due fronti contrapposti di alleanze;
- espansionismo austriaco nella penisola balcanica;
- Tensioni tra Austria e Italia in relazione alle terre irridente.


1914
- Uccisione dell'arciduca austriaco Francesco Ferdinando a Sarajevo da parte di Gavrilo Princip.
- L'Austria dichiara guerra alla Serbia dopo l'ulrimatum di Belgrado.
- Scattarono le alleanze militari (Austia, Germania e Impero Ottomano contro Serbia, Francia, Russia e Giappone)
- Sul fronte occidentale la Germania invade il Belgio (rimasto neutro) -> battaglia della Marna dove la francia riuscì a respingere la Germania ad Asine.
- Sul fronte orientale la Russia invade la Prussia che scatena la reazione tedesca nelle due grandi battaglie di Tannenberg e dei Laghi Masuri

- Scenario extraeuropeo
    Gli inglesi contro i tedeschi nelle isole Folkland in una guerra navale
    Giappone contro la Germania nelle colonie tedesche in Cina.
    Occupazione delle colonie tedesche in Africa.

    1915
    - A seguito del patto di Londra l'italia entra in guerra contro l'Austria il 24 maggio
    - Da guerra di movimento a guerra di posizione (trincee)
    - Insuccessi dell'intesa
    - Inglesi contro i turchi e genocidi degli Armeni
    - quattro battaglie dell'Isonzo da parte dell'esercito italiano comandato da Luigi Cadorna

    1916
    - Sul fronte interno (all'interno dei Paesi) pochi risultati, difficoltà di approvvigionamento, milioni di uomini e donne impiegati nella produzione di armi, munizioni, autocarri e l'uso dei primi lancia fiamme e delle prime bombe a gas asfissianti.
    - Blocco navale imposto dalle potenti flotte dell'Inghilterra e Francia (che impedivano l'ingresso in Europa dei principale generi alimentari e delle materie prime) contro la Germania che reagisce con una battaglia sottomarina dello Jutland che finì per irritare ulteriormente gli Stati Uniti.
    - Gli austriaci sferrano una violenta controffensiva in Trentino (chiamata "strafexpedition"), con l'intenzione di vendicare il "tradimento" dell'Italia e di diminuire la pressione dell'esercito italiano.
    - In Italia il governo Salanda si dimette. Il nuovo geverno di Paolo Boselli decide di rispettare l'impegno preso a Londra e dichiarò Guerra anche alla Germania. l'esercito italiano conquista Gorizia.
    - Malcontento popolare, la Germania prese l'iniziativa di far giungere ai Paesi dell'Intesa alcune proposte di accordo attraverso il pontefice Benedetto XV invocando la fine dell'inutile strage.

    - Opposizione del partito socialista alla guerra (posizione rivoluzionaria dell'estrema sinistra) con la volontà di approfittare della situazione per abbattere i regimi capitalistici

    1917
    - Malcontento, insofferenza e diserzioni nell'esercito.
    - In Russia i bolscevichi guidati da Lenin instaurano un governo rivoluzionario con conseguenza il ritiro della Russia dalla guerra con l'armistizio di Brest-Litovsk
    - Controffensiva austriaca a Caporetto e sconfitta dell'esercito italiano.
    - Passaggio del governo a Vittorio Emanuele Orlando e dell'esercito ad Armando Diaz che affida la difesa della linea del Piave reclutando i "soldatini" della classe 1899 (appena maggiorenni).
    - Il presidente degli Stati Uniti, Wilson, dichiara guerra alla Germania in nome della libertà e del diritto dei popoli all'autogoverno, nel giro di pochi mesi fecero giungere in Europa viveri, mezzi e uomini. tale intervento determinò un forte indebitamento da parte dell'Europa.
    - attacco tedesco sulla Marna e austriaco sul Piave.
    - Turchia e Bulgaria inviano delle richieste di pace.

    1918
    - 24 Ottobre l'esercito italiano sfonda il fronte austriaco a Vittorio Veneto.
    - 3 Novembre armistizio di fine guerra a Padova.
    Germania, Austria e Ungheria diventano Repubbliche.

Registrati via email