ng18 di ng18
Eliminato 153 punti

Bomba atomica: come venne sconfitto il Giappone

Il Giappone fu l'ultimo paese che rimase in guerra contro gli Alleati nel 1945. Le altre nazioni si erano già arrese mentre gli aviatori kamikaze giapponesi costituivano ancora un grave pericolo per le navi della marina americana. Venne preso in considerazione uno sbarco via terra in Giappone, che sarebbe però costato caro agli USA in termini di vite umane.
Gli studi su bombe a fissione nucleare incontrollata erano iniziati da prima della guerra, sia da parte dei tedeschi che degli americani. Si trattava quindi di una corsa contro il tempo. Roosevelt, che morì ad aprile, diede l'autorizzazione a compiere degli esperimenti. Il primo test (Trinity test) avvenne nel deserto del New Mexico, nel luglio del 1945. Ci fu un lungo dibattito, Einstein era contrario ad usarla contro il Giappone, così come Eisenhower. La decisione fu presa dal nuovo presidente degli Stati Uniti: Truman.

La potenza della bomba atomica non si sarebbe limitata a sconfiggere il Giappone ma avrebbe anche intimorito l'URSS. La prima bomba atomica fu sganciata su Hiroshima il 6 agosto 1945, tre giorni dopo fu sganciata la seconda su Nagasaki. I giapponesi ritennero questo gesto un vero e proprio crimine di guerra, in quanto di fatto era stata violata la Convenzione dell'Aia secondo cui non potevano essere bombardate città indifese. La resa del Giappone avvenne il 15 agosto 1945.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email