Genius 2527 punti

Adenauer, Konrad

Colonia 1876 - Rhondorf, Bonn 1967
Politico tedesco

Compie studi giuridici a Friburgo e a Monaco e si laurea all'Università di Bonn. Nel 1917 diviene borgomastro a Colonia. È membro del Partito cattolico tedesco del centro durante la repubblica di Weimar e presidente del Consiglio di stato prussiano dal 1920 al 1933, anno in cui viene dimesso dalle sue cariche dai nazisti. Imprigionato nel 1934, per breve tempo si allontana dalla vita politica, ma nel 1944 viene nuovamente arrestato perché sospettato di congiurare contro Hitler. Nel 1945 torna alla politica, ma nel corso dell'occupazione Alleata viene dimesso dalla carica di sindaco di Colonia che aveva riconquistato. È tra i fondatori dell'Unione cristiano-democratica di Renania, di cui è prima presidente e poi segretario generale dal 1949. Nello stesso anno viene eletto primo cancelliere della Repubblica Federale Tedesca, carica che gli viene riconfermata nel 1953 e nel 1957, divenendo protagonista di primo piano della Germania del dopoguerra (è anche Ministro degli esteri dal 1951 al 1955). Di rigidi principi cattolici e fermamente anticomunista, la sua politica è caratterizzata dalla necessità di restituire dignità alla nazione sconfitta, dalle esigenze della ricostruzione materiale e morale della Germania e dalla volontà di fare i conti con uno scenario europeo profondamente mutato. Si impegna nella riconciliazione con gli altri stati europei, nella rivendicazione di una Germania nuovamente unita e integrata alla comunità europea, nella sua collocazione occidentale e nella presenza della NATO (1954). In politica economica sostiene il liberalismo, rifiutando le proposte di “socialismo cristiano” presenti nel suo partito. Fino al 1966 ricopre la carica di presidente della CDU.

Registrati via email