1914-15: prime fasi della guerra

La guerra che scoppia nell'agosto del 1914 pone le potenze dell'Intesa (Francia, Regno Unito e Russia, alleata della Serbia) contro gli imperi centrali (Germania, Austria-Ungheria e Impero Ottomano). Nella fase iniziale gli stati maggiori dei vari eserciti nutrono la profonda convinzione di riuscire a concludere la guerra in poco tempo con attacchi in profondità contro le linee nemiche. A ovest l'iniziativa più importante viene presa dall'esercito tedesco che occupa il Belgio, che era un paese neutrale, per attraversarlo e attaccare la Francia dalla frontiera belga. Il senso della manovra sta proprio nel fatto che i francesi contando sulla neutralità belga non hanno fortificato la frontiera con quel paese. Di conseguenza l'esercito tedesco attacca da una posizione di vantaggio tanto che arriva quasi a Parigi, ma poi la controffensiva francese blocca i tedeschi e li costringe a una parziale ritirata. Verso novembre del 1914 il fronte si stabilizza lungo una linea che va da Ypres (in Belgio) ad Arras, Reims, Verdun. È lì o comunque poco distante da lì resta sin quasi alla fine della guerra. Sul fronte orientale sono i russi che inizialmente danno la sensazione di riuscire a sfondare le linee tedesche e quelle austro-ungariche. Ma è l'impressione di un momento infatti nel settembre del 1914 i tedeschi bloccano l'offensiva russa con le vittorie di Tannenberg e dei Laghi Masuri e spingono il fronte di nuovo verso la Polonia dentro i confini dell'Impero russo. Più a sud i russi controllano la Galizia, territorio austro-ungarico ma non riescono ad andare oltre. Nell'autunno del 1914 l'ipotesi di una guerra rapida svanisce nella maniera più radicale, la guerra cambia natura invece che guerra di movimento, dinamica, di attacco, diventa una guerra di posizione cioè di trincea con i fronti stabilizzati per lunghissimi periodi di tempo. Intanto nel corso del 1915 si verificano importanti fatti nuovi, con l'ingresso in guerra a fianco degli imperi centrali della Bulgaria nell'ottobre del 1915 e con l'intervento dell'Italia a fianco degli Stati dell'Intesa cioè Francia, Regno Unito e Russia, avvenuto qualche mese prima nel maggio 1915.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email