Sapiens 2037 punti

Adriano VI

Contesto storico:
A Roma, con la morte di Leone X il 1°dicembre 1521, finiva il papato rinascimentale. Fu eletto Adriano VI, deciso ad operare le riforme necessarie. Questo non trovò collaboratori e il mondo tese l'orecchio quando, per bocca del suo legato, egli confessò molto francamente le colpe della Chiesa: abusò delle cose sacre, prevaricazioni nei precetti e tutto ciò che era involto al male. I vescovi e i prelati si sentirono svergognati e traditi, ma i tentativi di Adriano non avrebbero mai raggiunto lo scopo sperato.I buoni rapporti con l'Imperatore si guastarono ed egli morì profondamente deluso nel 1523.

Commento del dipinto:
Nel 1521 il grande pittore fiammingo Jan Van Scorel (1495-1562) era a Roma. Incontrato il favore del Papa fiammingo Adriano VI fu da questo nominato protettore delle antichità. Il pittore eseguì il suo ritratto nel 1522, ma purtroppo andò perduto; per questo esistono varie copie. Quella di Hannover è una delle più antiche e forse una delle più fedeli. Adriano VI è effiggiato di profilo ed indossa i paramenti solenni. I tratti un pò severi si abinano molto con il ritratto spirituale dell'uomo. La minuziosità fiamminga è da intendere nella resa minuta e raffinata dei particolari.

Registrati via email