raga99 di raga99
Habilis 691 punti

Tempio Malatestiano, Rimini

Nella metà del XV secolo a Leon Battista Alberti viene affidato l’incarico di ristrutturare l’esterno della chiesa di San Francesco a Rimini, che poi si chiamerà Tempio Malatestiano, da Sigismondo Malatesta. Il committente voleva che l’edificio ospitasse la sua tomba e quella della moglie Isotta.
Purtroppo, il tempio ha subito molte modifiche, ma grazie a una medaglia celebrativa possiamo sapere com’era: le arcate che stanno accanto a quella centrale dovevano essere della stessa profondità, e le due paraste dovevano sostenere un arco, nel quale si sarebbe trovata una trifora. L’arco sarebbe stato collegato con due spioventi curvi e il tempio sarebbe stato coperto da una cupola. La facciata è divisa in tre parti: al centro vi è un frontone triangolare con l’arco centrale affiancato da paraste, ai lati delle quali vi sono due archi a tutto sesto inquadrati da semi colonne. Le fiancate sono composte da archi in sequenza che fanno pensare agli acquedotti romani e che contengono i sarcofagi dei letterati di quel tempo. L’edificio è circondato da un alto zoccolo e in esso possiamo notare derivazioni dall’arte romana (porta, cupola, ecc.).

Registrati via email