cb.rr95 di cb.rr95
Ominide 829 punti

Romanticismo

Il romanticismo è un movimento culturale e artistico che si svilupperà nella prima metà dell'ottocento da Francia e Germania a tutta l' Europa. Esso si presenta come il naturale sviluppo di quellatendenza che andava a privilegiare il valore della sensibilità ,l' espressione dei sentimenti e l' analisi dell'io. Ma questa evoluZione sarà anche provocata da grandi mutamenti storici in quanto l inizio del secolo segnò il fallimento ddegli ideali della rivoluzione francese, e al tempo stesso si assiste anche a nuovi progressi tecnologici è scientifici che stavano modificando la società, come vediamo difatti assisteremo all'ascesa della nascente classe operaia. Ecco che il romanticismo si fa interprete delle inquietudini e delle tensioni che animavano questo periodo. Dal punto di vista estetico il romanticismo eredita dal neoclassicismo la serietà e il rifiuto per l'arte frivola e decorativa ma ne rifiuta gli ideali in quanto per questi artisti il principio fondamentale da seguire era la sensibilità individuale che doveva sia guidarlo nella realizzazione dell'opera, sia nel giudizio di essa in quanto un'opera ha valore nel momento in cui esprime un'esperienza vissutavissuta in prima persona da chi la crea e quindi prende forma proprio nel mondo interiore dell'artista. Di conseguenza si abbandona l'imitazione di modelli eterni di bellezza e l'individualità assume un'importanza fondamentale. Un' altra caratteristica importante dei romantici sarà l'uso di simbologie innovativeinnovative,distaccate dalle interpretazioni tradizionali ad esse legate dai neoclassici in quanto adesso comunicano dei significati personali,esprimono unicamente la visione delldell'artista.

Per quanto riguarda la tecnica artistica utilizzata da questo gruppo di artisti non sarà omogenea ,come per i neoclassicismo,ma è caratterizzata da stili individuali che possono avere delle analogie tra di loro ma che sono comunque da artista ad artista.il paesaggio sarà uno dei temi più importanti e praticati,capace di esternare un nuovo rapporto tra individuo e natura. Gli artisti romantici si concentreranno su una visione interiorizzata della natura, secondo Friedrich infatti l'anima e la sensibilità dell'artista dovevano rispecchiare nella natura,il suo compito non era quello di rappresentarla fedelmente. La natura inoltre si arricchisce di un'infinitanto gamma di aspetti :può essere intesa come forza creatrice o istruttrice,può essere serena,intima o semplice ,puó fungere da tramite per contemplare il divino, sondare impenetrabili misteri ,o ancora esprimere nostalgia,o invinvitare alla calma.I romantici avranno anche un rapporto particolare con la storia in quanto innanzitutto evidenziano gli aspetti realistici piuttosto che quelli idealistici ,non raffigurandi temi eroici dell'antichità classica o gesta di generali ma le imprese che hanno visto protagonista il popolo,le sofferenze della gente comune.Si assiste così a una definizione del genere storico.Ma assisteremo anche al recupero della religione che assunse varie forme: si piè identificare con una fede tradizionale depurata dalle scorie del passato,il culto dei più alti valori dell'animo.L'artista romantico è convinto di possedere una sensibilità di molto più acuta rispetto agli altri, e proprio su questo aspetto si fonda la sua diversità rispetto alle altre persone. Con il romanticismo nasce la figura del genio,l'uomo di forti passioni,inquieto,insoddisfatto,forzato alla solitudine per la creazione, incompreso e disprezzato dai mediocri. La nuova immagine dell'artista viene ben rappresentata attraverso i ritratti e autoritratti ,essi saranno caratterizzati da lineamenti sensibili, occhi sognanti, aspetto introspettivo e malimconico, sguardo di sfida ecc. Uno dei tempi portanti di tale corrente sarà quello del Sublime.Sin dall'inizio il sublime sarà caratterizzata da un'ambivalenza, essa rappresenterà difatti un'emozione in cui si mescoleranno timore è meraviglia. il termine sublime entra a far parte del lessico dell'estetica europea a partire dalla seconda metà del XVI secolo con Boileau che spiegherà come per lui il sublime consista in quel tratto straordinario,meraviglioso,che fa si che um'opera sollevi,rapisce e trasporti.Nel corso del 700 il sublime va incontro ad una metamorfosi e inizia ad indicare un duplice sentimento caratterizzato da paura ma anche ammirazione nei confronti della Potenza della natura. L'inchiesta di Burke avrà grande influenza : egli si occuperà di attuare una distinzione tra bello e sublime ,mentre il bello altro non è che legato all'armonia,gusto,misura mentre dal sublime possiamo trarre una forma di godimento legata all'impegno,alla dismisuradismisura.Il romanticismo dunque rielabora tale idea sul piano artistico e sceglie soggetti quali il mare in tempesta,le eruzioni vulcaniche,i paesaggi sconfinati . L'esempio più emblematico Sara il viaggiatore sopra il mare di Friedrich dove è rappresentato un solitario osservatore che contempla un'immenso paesaggio.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email