Ominide 3880 punti

Raffaello

Raffaello è quello più giovane e subisce l'influenza dei suoi predecessori. Lo schema piramidale e la linea sinuosa. La trasfigurazione è divisa in due scene: l'ascesa verso il cielo di Gesù e un ragazzo che viene esorcizzato da un prete. Tutto lo sguardo si concentra sulla prima scena in cui la veste di Gesù da un senso di volo e vi è anche un bagliore mentre la parte sotto il monte è più scura. Tra le due scene vi sono una serie di corpi distesi su una collina che vengono travolti da questo vortice.
I colori ad olio introdotti dai fiamminghi danno vivacità alle opere.
Lo sposalizio della Vergine viene paragonato a quello di Perugino. La pavimentazione a scacchiera che si stringe verso il tempio con la gradinata da una profondità maggiore.

Giorgione

Giorgione da Castelfranco è un artista che rispetta molto le regole morale,cosa che invece non fa Tiziano. L'elemento essenziale è quello naturalistico,le scene hanno alle spalle la natura poichè in virtù della corrente filosofica dell'umanesimo l'uomo prende coscienza del proprio essere,non si ritiene più estraneo ed impara a convivere con la natura. L'uomo e la natura entrano in simbiosi.

Nella Tempesta Giorgione da molta importanza alla natura e squarcia il centro del quadro con un fulmine e l'osservatore viene colpito da questa saetta. I due elementi umani non si sa chi siano e non hanno un'importanza rilevante. All'interno della scena si percepisce che sta arrivando una tempesta e questo è per dare uguale importanza alla natura rispetto all'uomo.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email