Ominide 1125 punti

Neoclassicismo e Romanticismo

Il movimento artistico che meglio incarnò gli ideali dell’Illuminismo fu il Neoclassicismo, che si sviluppò tra la seconda metà del 1700 e i primi decenni del 1800 diffondendosi rapidamente in tutta Europa e coinvolgendo ogni settore artistico; il Romanticismo, invece si sviluppa in Europa dagli ultimi decenni del 1700 alla prima metà del 1800. In tal senso, da un punto di vista storiografico, il fatto che il Romanticismo segua il Neoclassicismo, è stato letto secondo il concetto che siano due stili completamente opposti tra loro, anche se di fatto sono due modi diversi di rispondere a istanze culturali e sociali simili, quindi risultano strettamente connessi.
Nel 1755 lo storico d’arte tedesco Johann Winckelmann pubblica “I pensieri sull’imitazione dell’arte greca”, opera che fissa le basi teoriche del Neoclassicismo; infatti, si diffuse presto una vera e propria passione per l’antico, favorita dallo studio diretto dei numerosi reperti rinvenuti negli scavi archeologici di Ercolano e Pompei.

Con il Grand Tour, amatori e collezionisti diedero vita a raccolte di antichità di grande valore e si iniziò a riflettere sulle modalità di conservazione e di restauro delle opere; pertanto, la conoscenza dell’antico diviene il modello di riferimento e di imitazione per l’elaborazione di una nuova arte moderna e di un nuovo gusto estetico.

La concezione estetica antica è basata sulla proporzione e la perfezione che danno luogo a un senso di compostezza, in quanto seguono canoni specifici stabiliti razionalmente, cioè basati sulla ragione e non sul gusto soggettivo; la perfezione viene ricercata idealmente nella natura, quindi l’artista neoclassico parte analizzando il mondo naturale ricco di imperfezioni e procede per astrazioni usando la propria ragione per giungere alla bellezza ideale. L’Illuminismo è precursore di questa nuova concezione artistica – idea progressista.
Il Neoclassicismo può essere:
estetico, cioè gli autori che aderiscono a questo movimento possono limitarsi a ricercare la bellezza pura e armoniosa riprendendo elementi mitologici;
etico, cioè punta la sua attenzione anche sui contenuti morali che esprimeva l’antico riprendendo le testimonianze storiche.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email