Sapiens 1379 punti

Fenomeno dei macchiaioli e Giovanni Fattori

Il fenomeno dei Macchiaioli
Movimento tutto italiano. A parigi nasce con esordi sull'impressionismo. L’Italia è suddivisa in 3 parti: Lombardo veneto (austriaca), stato pontificio, sud (barboni). Solo Firenze è all’avanguardia dal punto di vista culturale, è di larghe vedute. E per questo motivo molti artisti approderanno a Firenze (per la Libertà). In un centrale caffè a Firenze, “Caffè Michelangelo”, gli intellettuali discutono. Diego Martelli (scrittore) --> pittura costituita attraverso la macchia. Tre giovani intelletuali: obiettivi: pittura nuova, anti-accademica, senza chiaroscuro e senza regole. Se noi guardiamo la natura, non ci sono linee di contorno, o un disegno preparatorio. Solo attraverso i colori, noi guardiamo la natura.


Giovanni Fattori (1825-1908)

Livornese, avrà un inizio storico-celebratico... si traferisce poi a Firenze. Temi: soldati (che non rappresenta come eroi, ma come uomini che lasciano i loro familiari per combattere) e contadini (che lavorano sempre e che sono stanchi..insieme agli animali.. i buoi.. che lavorano).

Opere:
1) Campo italiano alla battaglia di Magenta (1861-1862 – Firenze): L’opera non presenta i tratti della pittura maccaiuola. Non rappresenta il momento della battaglia, ma quello successivo, e a curare i soldati feriti ci sono i carri. Sfondo aperto, libero. Si vede in lontananza una battaglia che sta finendo...
2) Soldati francesi del ’59 (1859 – Milano): tutti caratteri della pittura maccaiuola: Macchia: larghe campiture di colore in orizzontale. 3 fasce orizzontali: fondo sabbioso, muro, cielo. I soldati sono in attesa --> macchie scure, sfondo chiaro.
3) La rotonda di Palmieri (1866 – Firenze): Fondo sabbioso, sabbia illuminata dal sole, mare, colline, cielo, tendone; c’erano donne a godersi questa giornata di sole. Senza particolari, solo macchie.
4) In Vedetta (o Il muro bianco – 1872 Valdagno): Essenzialità dello spazio e della luce (intensa). Pomeriggio di estate, pochi elementi, sfondo sabbioso... piccoli detriti di sabbia. Sfondo azzuro. Muro in diagonale --> significato: natura e l’uomo: stessa importanza.
5) Bovi al carro (1867 – Firenze): strisce orizzontali, piccolo paesaggio, cielo. Ad un lato contadino con buoi. Tutto ha la stessa importanza: natura, animali, uomo.
6) Staffato (1880 – Firenze): Per la prima volta --> vero movimento, si può confrontare con boccioni la città che sale.

Registrati via email