Ebbe come ispiratori Borromini, Bernini e Pietro da Cortona.

Cappella della Santa Sindone

L’impianto circolare precedente fu trasformato da una situazione triangolare. Due vertici terminano in altrettanti ambienti a tema circolare che penetrano all’interno della Cappella e la collegano al presbiterio tramite due scalinate con gradini a tema circolare. Il terzo vertice, invece si immette nel Palazzo Ducale.
La cupola è un sistema formato da segmenti di trabeazione ed elementi ad arco ripetuti per sei volte, dove ogni elemento si congiunge con la sommità dei due archetti sottostanti, facendo gradualmente restringere lo spazio e dando vita ad esagoni sovrapposti e concentrici. Sulla sommità si trova una stella a dodici punte.
All’esterno ci sono vari elementi concentrici come decorazione.
Lo stile è quasi gotico e si può respirare l’essenza delle sue architetture: trasferire a delle strutture inanimate un carattere animato.

Chiesa di San Lorenzo

Il presbiterio è ellittico, sorretto da cupole sorrette da costoloni intrecciati. Il grande ambiente è formato da un ottagono con i lati curvilinei. Si nota un elemento quasi gotico: gli elementi strutturali a vista.
Particolare è la forma ondeggiante per animare la struttura.

Palazzo Carignano

Ha un atrio ellittico sovrastato dal salone di rappresentanza. Gli appartamenti privati sono perpendicolari alla facciata. All’esterno si vedono due tratti rettilinei che serrano una superficie ondulata. Le alte lesene diventano binate avvicinandosi all’ingresso e gli ordini architettonici sono sostituiti da motivi separatori nella parte posteriore.
Grande l’uso del mattone.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email