Ominide 13147 punti

L'antico palazzo svetta su Piazza della Signoria come una fortezza da sogno. La grande massa di pietra era un castello difensivo: lo dimostrano le strette finestre del piano terra, protette da inferriate. La fiera città di Firenze era gelosa della propria libertà! Ma i suoi abitanti erano innamorati dell'arte e della bellezza. Così ornarono il loro edificio civile più importante, che risale al 1300 e si chiama "Palazzo Vecchio" o "della Signoria", con delicate aperture di marmo nei piani superiori, con il ricamo di pietra degli archetti e, all'interno, con affreschi che portano la firma di Leonardo da Vinci e di Michelangelo Buonarroti. La torre di Palazzo Vecchio, alta più di 90 m, svetta leggera sopra la mole dell'edificio. Il palazzo, dove si riuniva il governo della città, venne costrutito fra il XIII e il XIV secolo e modificato poi notevolmente nel '500.
Ogni angolo della città ha il suo capolavoro d'arte: Il David, il leggendario ragazzo ebreo destinato a diventare re, ammirabile nella Galleria dell'Accademia scolpito da Michelangelo, dal 1501 al 1504, con lo sguardo fiero, la mano che stringe la fionda con cui abbatterà il gigante Golia; Santa Maria del Fiore, il Duomo, con il campanile disegnato da Giotto; il Battistero; la chiesa di Santa Croce, il Ponte Vecchio.. Girare per le strade è come visitare un immenso museo a cielo aperto.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email