sc1512 di sc1512
Ominide 5761 punti

Marat Assassinato

Marat Assassinato (o ‘La Morte di Marat’) è un dipinto di Jacques-Louis David, dove vi è raffigurato il medico Jean-Paul Marat, sostenitore della rivoluzione francese, morto nella sua vasca, nella quale doveva stare poiché aveva contratto una forte malattia alla pelle.
Marat era stato assassinato da una giovane, che, prima di compiere l’omicidio, gli aveva consegnato una lettera, la quale è tra le mani del medico.
La scena rappresentata nel dipinto non trasmette un senso drammatico, nonostante la presenza del morto; la situazione pare calma: l’espressione del viso quasi sorridente di Marat da questa sensazione di calma.
Il modo in cui è posto il braccio di Marat ricorda quello di Cristo nella Deposizione del Caravaggio.
Tutti gli elementi superflui che sarebbero dovuti essere in secondo piano, compresa l’assassina, sono stati rimossi: David l’ha sostituito con uno sfondo di color nero/verdastro, illuminato da una tenue luce verso la parte destra; questo ambiente scarno favorisce l’indirizzarsi dello sguardo dell’osservatore verso il soggetto dell’opera e ne evidenzia la sua rettitudine.

Per evidenziare che si tratti di un omicidio è presente un coltello poggiante sul pavimento, appena al di sotto del braccio di Marat.
L’opera in se pare essere un elogio funebre, visto che la cassetta di legno rappresentata sulla destra ricorda una lapide, con inciso il nome del morto e dell’autore del quadro; invece la vasca da l’idea di un sarcofago e l’ambiente circostante ricorda l’interno di una tomba.

Registrati via email