*SaRi* di *SaRi*
Ominide 50 punti

1500/1600

L'Europa vede diversi cambiamenti, la Spagna subisce gravi sconfitte, prima per l'indipendenza proclamata dall'Olanda e poi per la distruzione dell'Invincibile Armata. Il maggior potere acquisito dal Portogallo nelle colonie, la Francia dilaniata da problemi interni vede un periodo di rinascita diventando la seconda potenza europea. L'Italia è invece caratterizzata da un periodo di stabilità finanziaria (es. per Genova) o politica. All'inizio del 600 l'Europa vive una grave crisi economica, che porta ad un ristagno dell'economia. In questo clima però le scienze, con Galileo, e le arti, con i Carracci e Caravaggio, vivono un periodo di grande fecondità.

LUDOVICO, AGOSTINO, ANNIBALE CARRACCI

Alcuni giovani stanchi ormai degli schemi del manierismo danno vita ad una radicale riforma della pittura, abbandonando il virtuosismo e tornando alla rappresentazione della natura. La loro attività inizialmente si svolge a Bologna dove danno vita all'Accademia dei Desiderosi. Alla rappresentazione della vera natura si arriva attraverso l'osservazione della realtà quotidiana e con le opere di Raffaello, Correggio, Tiziano. Le loro caratteristiche sono il naturalismo, il classicismo di fondo e la rappresentazione della quotidianità. Storie di Romolo: opera di tutti e tre i fratelli in una sala del palazzo Magnani a Bologna. Macelleria: di Annibale, non c'è lo studio della prospettiva che è schiacciata e un po' falsata, interesse per la realtà quotidiana, pose monumentali. Annunciazione: di Ludovico nella chiesa di San Giorgio, rigore formale e prospettico, la scena viene privata di ogni elemento superfluo, quotidianità sottolineata dal cesto sul pavimento, dal libro e dallo stesso volto della Vergine, espressività ricercate, colori tenui luce delicata che sottolinea la sacralità della composizione. Annibale si trasferisce a Roma su invito del cardinale Farnese, dove conosce le opere di Raffaello (stanze Vaticane) e di Michelangelo (cappella Sistina). Galleria Farnese: intreccio di motivi mitologici. Trionfo di Bacco e Arianna: riquadro centrale sulla volta. Anche qui lo studio del naturale perché da verosimiglianza ai gesti e alle pose dei personaggi, spunto da Michelangelo nella figura sul "carro" e per l'"Ignudo". Fuga in Egitto: è importante perché il viaggio della Sacra Famiglia viene ambientato in un paesaggio aperto disegnato con grande attenzione alla profondità prospettica e atmosferica. Il paesaggio è quasi più importante della scena (prelude pittori futuri).

Seguaci dei Carracci…

GUIDO RENI

Si forma a Bologna prima nella bottega di un fiammingo e poi a contatto con l'Accademia dei Desiderosi, dove conosce i Carracci (soprattutto Annibale), le opere di Raffaello e Caravaggio. Strage degli innocenti: composizione a triangolo rovesciato, la composizione è piena di personaggi, ma ogni scena vive a sé, movimenti contorti, gesti molto studiati, come se fosse una scena in teatro, colori luminosi.

GUERCINO

Nativo di Cento, si forma sulla pittura veneta, sulle opere del Correggio e di Ludovico Carracci. Carro di Aurora: scorcio di sotto in su che ricorda il Correggio; Et in Arcadia Ego: quadro metaforico, luce al tramonto che simboleggia il tramonto della classicità, i due pastori si sono fermati davanti all'iscrizione e al teschio a meditare, stile sintetico, non c'è un grande studio dei particolari, forme non definite.

Registrati via email